• Prassi

Vuoi associarti?

Confartigianato e “Il Faro” uniscono le proprie esperienze in campo sociale

Print Friendly, PDF & Email
Al via il progetto “ConFaro” per favorire sviluppo economico e coesione sociale
Lorenzo Staffolani - Renzo Leonori

Confartigianato Imprese Macerata e Il Faro Cooperativa Sociale, firmano un protocollo d’intesa con lo scopo di instaurare forme di collaborazioni permanenti su progetti specifici riguardanti la sfera del sociale, dando vita al progetto ConFaro.

 

Gli obbiettivi

Dare una risposta alle aumentate esigenze del territorio provinciale di Macerata negli ambiti socio-assistenziali, educativi, amministrativi e previdenziali, proponendosi alle Amministrazioni Pubbliche e agli Enti del Privato Sociale come strumento che possa favorire sviluppo economico e una gestione in rete dei servizi integrati collaborando nell’accrescimento della coesione sociale del territorio. Questi gli obiettivi della partnership, con la quale Confartigianato e Il Faro mettono in campo le rispettive esperienze nel campo sociale.

 

La Cooperativa “Il Faro” e Confartigianato

La Cooperativa svolge infatti da tempo attività di assistenza socio-assistenziale, sanitaria, educativa e di animazione presso strutture e servizi territoriali per minori, disabili ed anziani, mentre Confartigianato tutela, attraverso il Patronato Inapa ed il proprio Centro di Assistenza Fiscale (CAAF), circa 6.000 imprese artigiani e piccoli imprenditori, a cui si aggiungono 6.500 pensionati iscritti all’ANAP, coniugando l’azione sindacale con una serie di servizi personalizzati finalizzati alla crescita e alla competitività delle proprie imprese.

 

Come raggiungere gli obbiettivi

La collaborazione porterà quindi ad un lavoro specifico su alcuni ambiti tematici come la promozione di servizi socio-assistenziali, sanitari ed educativi, di animazione, residenziali, semiresidenziali e territoriali, ad anziani, disabili, minori, soggetti in stato di emarginazione o disagio sociale e famiglie in difficoltà, nonché tutte le attività atte a prevenire stati di bisogno sociale e a contribuire al miglioramento della qualità della vita. Saranno messi a disposizione servizi e assistenza per lo svolgimento di pratiche amministrative in materia di previdenza, invalidità civile, assistenza sanitaria, infortuni e malattie professionali, compilazione di modelli 730, Red INPS, ISEE, imposte locali, pratiche di successione e servizio Colf/Badanti.

Inoltre verranno attuate nuove pratiche per l’occupabilità socio-lavorativa di gruppi vulnerabili o a rischio disagio sociale, sempre valorizzando le risorse locali, la ricerca, la formazione professionale, l’innovazione, il confronto, e lo scambio delle pratiche, e verranno creati sistemi di collaborazioni e interscambio di conoscenze, informazioni, competenze, abilità, innovazioni sulle pratiche di inclusione socio-lavorativo e su attività con finalità sociali.

 

Uno stimolo per l’azione pubblica

“Confartigianato Imprese Macerata ed Il Faro – dichiarano il Presidente Provinciale, Renzo Leonori e Lorenzo Staffolani, Presidente della Cooperativa Il Faro – si organizzano quindi in una rete che vuole essere soggetto visibile e riconoscibile, portatore di interessi specifici e in grado di promuovere e sperimentare nuove politiche e modelli di sviluppo locale inclusivi. L’obbiettivo è quello di spingere l’azione pubblica verso politiche di welfare mix e di cogestione pubblico/privato e di orientare l’azione verso la riconversione continua delle risorse pubbliche dell’assistenza in forme di investimento a favore delle persone, delle loro famiglie e dei territori”.

12 febbraio 2018

A 9 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 3.632.521