• Prassi

Vuoi associarti?

Nell’intimità della famiglia oggi si parla di portare a spasso il cane

Print Friendly, PDF & Email
Frasi in casa tra moglie e marito, personaggi: Giovà (moglie) – Arvà (marito)
a spasso con i cani

Dentro la famiglia di Arvà c’era già un cagnetto e da pochi giorni è arrivata anche una cagna decisamente più grossa, che quando va a spasso con Arvà crea qualche situazione…

 

La cagna nòa va a spasso

Agghjà sì rvinutu Arvà? Adè solo quaranda minuti che si scappatu de casa… a lu cà’ no’ lu si fattu caminà’ per cosa!

“Un gorbu Giovà: sai la strada che m’ha fatto fa’ la cagna? Adè che tira comme ‘n’accidende e la strada… me la fa magnà’!”

Embè… grossa è grossa…”.

“Tu penza che la piagghja de la Tóre, all’inzù, la facìmo in u’ minutu e menzu! Tuttu lu ghjru de le mure, immece, lu facìmo in vendi minuti e… se ‘ngundrimo ‘che gattu… me devo ‘ttaccà’ su li pali sennò me se strascina via! Quanno che, immece, ha finito de fà’ la punda a li picciù parte sparata che lu guinzaju pare ‘na corda de guitara: jó ppe’ via de li Velini a forza de ‘ppuntà’ me fa finì la sòla de le scarpe. E quanno la rporto a casa me dici che… adè solo quaranda minuti che simo scappati?”

Piuttosto, l’ha fatta la cacca? L’hi rcòrda?

“Scìne: tre sacchitti! Però… a parte tutto… è un bellu cà’ e, Giovà, je vojo anghj vè’… anghji se quanno lu rporto a casa ci-agghjo la lengua de fòri!”

 

La cagna e li musurmani

“E ppo’, quanno porto a spasso la cagnòla… ci sta anghj lu fattu de li musurmani…”.

E che vurristi dì’, Arvà?

“E scìne Giovà… la cagna piccola non è, e lo sai che li musurmani non magna la carne de porcu…”.

E che ce rréndra quésso co lu cà’?

“Li cunzidera tutti e dui animali impuri: lu majale no’ lu magna e lu cà’ no’ lu deve toccà’”.

A scìine Arvà!?

“E certo Giovà! Siccome che ‘sta cagna adè più grossa che ciùca… vidi li musurmani che se scanza e pija le duvute distanze, pe’ non córe lu rischju de toccà’ lu cà’!”

Ah, quessa porbio no’ la sapìo Arva! E… dimme ‘n bo’… allora nuàddri ci-aìmo du’ animali impuri drendo casa: ci-aìmo du’ cà’..!

“Unu ciùcu e unu grossu…”.

O Arvà… ce sarìmo jocati la vita eterna? lu paradisu? Però io saccio ‘na cosa sola… che je vulimo tando vè’… e quesso ce vasta! È Arvà?

Alvaro Norscini

13 febbraio 2018

A 8 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 3.632.182