• Prassi

Vuoi associarti?

Progetti “Anci Crowd” ok per 10 comuni del maceratese

Print Friendly, PDF & Email
Determinante Fondazione Carima intervenuta con un finanziamento pari al 50%
fondazione incontro anci crowd

La presidente della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, questa mattina presso la Sala Verde dell’Abbadia di Fiastra, ha incontrato tutti i sindaci che hanno visto i propri progetti protagonisti dell’iniziativa “Anci Crowd – I Comuni per i Comuni”, campagna di raccolta fondi per le comunità locali colpite dal sisma e voluta dall’Anci.

La Fondazione è divenuta fin da subito parte attiva dell’iniziativa, deliberando di sostenere i progetti dei comuni maceratesi terremotati – che avessero superato le selezioni previste dall’Anci – con il finanziamento del restante 50 %.

 

Priorità è aiutare la popolazione

“Abbiamo ritenuto necessario incontrarvi – ha detto la presidente Rosaria Del Balzo Ruiti ai rappresentanti dei comuni di Apiro, Treia, Cingoli, Camerino, Cessapalombo, Muccia, Esanatoglia, Fiastra, Colmurano e Gualdo – per fare il punto della situazione, consapevoli che la nostra provincia è la più disastrata. È tra le priorità di questa Fondazione sostenere e aiutare la sua popolazione, attivandosi con programmi propri e aderendo a iniziative che rappresentano un moltiplicatore economico e hanno una ricaduta sul territorio”.

 

Intervento unico nel suo genere in Italia

L’intervento della Fondazione, unico nel suo genere nel panorama italiano, ha garantito il successo dei progetti maceratesi, che risultano essere ben 10 sui 21 che hanno superato la selezione dalla commissione dell’Anci. Dunque, a fine campagna, prevista per il prossimo 18 marzo, questi comuni potranno arricchire il proprio parco mezzi o dar vita a una nuova opera che contribuirà alla ripresa.

 

Il ringraziamento dei Sindaci

“Un grande plauso – ha detto il sindaco di Gualdo, Giovanni Zavaglini, interpretando il pensiero di tutti i presenti – per l’intervento della Fondazione verso i nostri comuni duramente colpiti, verso una popolazione che soffre e che dovrà attendere lungamente prima di ritornare alla normalità. La Fondazione si sta distinguendo in gesti di solidarietà grandissimi e propongo di redigere un documento congiunto che attesti la nostra stima a questa istituzione”.

13 febbraio 2018

A 7 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali