• Prassi

Vuoi associarti?

Al carbonaio scappò ‘na viastima ma c’era una guardia… “La murda”

Print Friendly, PDF & Email
Poesia in dialetto maceratese di Arcangelo Caracini pubblicata su “La rucola” n° 93
multa

Lu fattu, sor Pretore, sta cuscì:

un saccu de carbò mentre pesào

e co’ ‘na puttanaccia contrattào

che lo vulìa comprà senza quatrì ;

 

‘na guardia, porco munno, ch’era lì

sentenno che, rabbiatu, ce sformào;

siccome, porco l’oca, viastimào,

rcacciò ‘n livrittu e se mettè a scrivì.

 

Dice: “Te sirvirà d’avvirtimento..!

Jirrài in pritura e ‘mparerai a parlà

e n’andra vorda poi te ficco drento..!”

 

Ma, sor Pretore mia, comm’ho da fà?

senza viastime, per lu sagramento,

non so descorre e manco rajonà.

 

So’ un poro carbonà!

Non me potreste fa ‘n’abbonamento?

Dò un tanto all’anno… e famme viastimà!

14 aprile 2018  

A 9 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.005.868