• Prassi

Vuoi associarti?

Che te ne fai se ci-hai li quatrì… “Lu struzzì”

Print Friendly, PDF & Email
Poesia in dialetto maceratese scritta da Enrico Ricciardi pubblicata su “La rucola” n° 242
lo strozzino da amici miei

Che te ne fai se ci-hai li quatrì

se tu l’hi fatti con disonestà?

La cuscienza a póstu non te sta

perché, te cunuscimo, sei ‘nu struzzì.

 

Se magni, è certo, non te po’ gustà,

‘ché l’alima ce l’hai da virichì;

tande famije hi fatto suspirà

e che per te ancó se tròa a patì.

 

Che non se campa sortandu de pà’,

lo dice lu Vangelu de Jesù;

prima de tutto ce vò’ l’onestà.

 

Póli magnà vrasciole e maccarù

e io pulenda per non digghjunà,

ma staco più tranguillu io che tu.

11 settembre 2018

A 4 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.141.440