• Prassi

Vuoi associarti?

La Street Band di Treia al Lucca Comics: divertiti e divertenti!

Print Friendly, PDF & Email
Lucca invasa nei sei giorni della kermesse da 250mila visitatori e i nostri lì a suonare
lucca comics street band treia 1 ph l.montecchiesi

Wow, che onore! La Street Band di Treia di nuovo ospite il 3 e il 4 novembre al Lucca Comics: una fantasmagoria di personaggi, di eventi con spettatori che arrivano da ogni parte del mondo, una kermesse straordinaria capace di attrarre durante i sei giorni ben… 250mila visitatori!

E a Lucca, per le vie sovraffollate di persone che entrano ed escono dagli stand, ci sono i musicisti treiesi a fare spettacolo e intrattenimento, seguiti, inseguiti, applauditi e coinvolgenti.

 

L’intervista

Chiediamo a Paolo Damiani, il Presidente: “Come siete arrivati al Lucca Comics?”

In pullman – ci risponde scherzando – No… dobbiamo tutto all’amicizia che ci lega alla Banda Bassotti diretta dal Maestro Nicola D’Arrigo, una band di musicisti che girano vestiti come i noti Bassotti di disneyana memoria: ottima musica e scena da sballo! Bravi e divertenti”.

“Quante band giravano per le vie di Lucca?”

Solo due: la Banda Bassotti e la Street Band di Treia”.

“Come fanno due band a suonare e girare insieme senza sovrapporsi?”

Ci siamo alternati, abbiamo preso strade diverse, noi ci siamo fermati a fare spettacolo appena trovavamo uno slargo, una piazzetta… ma è stato difficile per la gran massa di persone che hanno invaso le vie di Lucca. Pensate che quando ci fermavamo a suonare proponendo le nostre gag la gente formava un tappo che bloccava tutta la via!”

“Che gag?”

Abbiamo l’abitudine di interagire con il pubblico, per esempio di bloccare i musicisti e il Maestro, Emiliano Bastari, mettendo tutti in stand by per poi ripartire come a un segnale lanciato da un telecomando”.

“E il pubblico si lascia coinvolgere?”

Non solo il pubblico ma anche i figuranti che improvvisano passi di danza seguendo la nostra musica”.

“Che tipo di musica proponete?”

Il repertorio è vasto, dai Blues Brothers alle colonne sonore dei film…”.

“Che strumenti suonate?”

Fiati e percussioni: sax, clarinetti, basso tuba, tromba, trombone, flauto ed euphonium”.

“Quanti sono i componenti la band?”

A Lucca eravamo in 28 musicisti, di cui 10 sono ragazze”.

“È faticoso suonare camminando in mezzo a tante persone?”

Sì, la fatica si risente a fine giornata, però è divertente e molto gratificante!

“La vostra presenza è evidentemente gradita, essendo stati invitati più volte, ma c’è chi vi contatta in queste occasioni?”

Certo, ci hanno richiesto di suonare all’isola d’Elba, siamo stati a Rimini… sono situazioni che ci inorgogliscono, che ci permettono di far conoscere la nostra Treia… siamo veramente soddisfatti, sia io che il vice presidente Daniele Cherubini e tutti i musicisti”.

“Ci racconta un aneddoto che vi è capitato in questa uscita?”

Eravamo in pausa pranzo, un momento di relax, quando sei ragazzi del gruppo mi hanno chiesto: possiamo andare a suonare un po’? Sono andati sotto alle logge e i sei, che insieme sono i Parafunky, si sono messi a proporre il loro funky… in breve tempo hanno calamitato l’attenzione di tutti riscuotendo un gran successo! A voler dire che chi ha la passione per la musica mai si stanca di suonare”.

“Ringraziamenti?”

A tutti i nostri musicisti: impagabili per bravura e impegno. E un caro ringraziamento agli organizzatori del Lucca Comics per la gentilezza che ogni volta hanno nei nostri confronti: grazie!”

Fernando Pallocchini

Le foto con la Street Band sono di Luciana Montecchiesi

6 novembre 2018

A 2 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.141.440