• Prassi

Vuoi associarti?

Ogghi me sendo jó, m’è jite tutte storte… “Jornataccia d’estate”

Poesia in dialetto maceratese scritta da Urbano Riganelli pubblicata su “La rucola” n° 242 Ogghi me sendo jó, m’è jite tutte storte. Lo tristo se fa largu a A 2 persone piace questo articolo. Mi piace

Me fu ditto: Io non vengo… ‘Na rulòtte (Lu frenu a mmà)

Poesia dialettale scritta da M. Graziosi e P. Carlino pubblicata su “La rucola” n° 242 Me fu dditto: “Io non vèngo, ma tu… svérdu, va a A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

Che te ne fai se ci-hai li quatrì… “Lu struzzì”

Poesia in dialetto maceratese scritta da Enrico Ricciardi pubblicata su “La rucola” n° 242 Che te ne fai se ci-hai li quatrì se tu l’hi fatti con A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

Jó ll’ortu de sòra Ludovica… “Scioglilingua”

Raccolto dal ricercatore Giovanni Ginobili e pubblicato su “La rucola” n° 242 Jó ll’ortu de sòra Ludovica ci sta un ficu, un passuru, ‘na A 3 persone piace questo articolo. Mi piace

C’è sembre da ‘spettà’ / ‘checcosa o… “‘Spetta e spera”

Poesia dialettale di Giovanni Ciurciola, pubblicata su “La rucola” n° 241 C’è sembre da ‘spettà’ checcosa o A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

È la festa del Patrono… “Filastrocca di San Giuliano”

Una filastrocca che racconta la festa del Patrono maceratese scritta da Marco Angelozzi Fra qualche giorno si festeggia sta arrivando il 31 A 12 persone piace questo articolo. Mi piace

Mimì a la moje pe’ èsse ben vulutu… “La chiappata”

Poesia dialettale di ‘Ntunì de Tavarró, pubblicata su “La rucola” n° 241 Mimì a la moje pe’ èsse ben vulutu no’ gn’èra dato mai le A 3 persone piace questo articolo. Mi piace

Me pare che ‘morte’ non se po’ più dì… “E tu ce cridi?”

Poesia dialettale del poeta Roberto Spaccesi pubblicata su “La rucola” n° 241 Me pare che “morte” non se pò più dì. Apri vocca e la jende se A 5 persone piace questo articolo. Mi piace

In piazza Strambi a Macerata il… pio scempio

La Basilica della Misericordia in una vecchia poesia dialettale di Flavio Parrino Te rrecòrdi comm’era, Lisavèlla, de latu a Ardòmu, la A 5 persone piace questo articolo. Mi piace

Que bella faccia, eh! Te vòjo bè… “E me facìa l’amica”

Poesia in dialetto maceratese pubblicata su “La rucola” n° 241, scritta da Elia Bonci Que bella faccia, eh! “Te vòjo bè, non piange, Rosé mia, non te A 3 persone piace questo articolo. Mi piace

Sòr dottore, non c’è la signorina?… “Confidenze”

Poesia dialettale scritta da Angelo Cristallini, pubblicata su “La rucola” n° 241 “Sòr dottore, non c’è la signorina?” “È uscita proprio adè ma A 3 persone piace questo articolo. Mi piace

Ogghi, a scòla, è ‘ncomenzàte le vacanze… “Le vacanze a scòla!”

Poesia in dialetto maceratese scritta da Cisirino, pubblicata su “La rucola” n° 242 Monnezza scaportata sopre li professori, alunni che dà’ le bbòtte A 2 persone piace questo articolo. Mi piace

Tutta la propagande ‘lettorale… “Le ‘lezzió’ ‘nticipate”

Poesia dialettale di ‘Ntunì de Tavarró, pubblicata su “La rucola” n° 240 Quist’annu tutti quanti pare certi che la rcutùra ce l’ha A 3 persone piace questo articolo. Mi piace

Chissà perché quanno se fa matina… “Lu vussaréllu”

Poesia dialettale scritta da Mariella Marsiglia pubblicata su “La rucola” n° 240 Chissà perché quanno se fa matina e lu sognu, forsce adè più A 6 persone piace questo articolo. Mi piace

Sindìo da tanti jorni ‘n pizzicore… “Proponimento”

Poesia dialettale scritta da Enrico Ricciardi, pubblicata su “La rucola” n° 240 Sindìo da tanti jorni ‘n pizzicore, jó per sotto li piedi e su le A 5 persone piace questo articolo. Mi piace

Partner istituzionali

Statistiche

  • 3.911.582