• Prassi

Vuoi associarti?

E tunno a te, te fa la riverenza… “Omaggio a Macerata”

Poesia in dialetto maceratese di Giovanni Ciurciola, pubblicata su “La rucola” n° 237 Li cambi adè spartiti in tande prese: tutti quatrati ci-à ‘gnidù ‘n A 6 persone piace questo articolo. Mi piace

Al carbonaio scappò ‘na viastima ma c’era una guardia… “La murda”

Poesia in dialetto maceratese di Arcangelo Caracini pubblicata su “La rucola” n° 93 Lu fattu, sor Pretore, sta cuscì: un saccu de carbò mentre A 9 persone piace questo articolo. Mi piace

Evviva! È arrivata la civiltà dei consumi… “Cassonetto”

Poesia in dialetto maceratese di Urbano Riganelli pubblicata su “La rucola” n° 237 Cassonetto, parolina mordo dilicata pe’ nominà un vuzzicu A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

Quante storie per un po’ di pipì a letto… “Lu mutivu”

Poesia in dialetto pubblicata su “La rucola” n° 237, scritta da Mariella Marsiglia ‘N vardascittu de le ‘limendari, lu fiju de Fidarma e A 6 persone piace questo articolo. Mi piace

Un vicolo ventoso gli porta via il suo amore: “Il vicoletto”

Una sestina in dialetto maceratese di un anonimo: poeta o innamorato contrastato? Su ‘stu viculittu ce tira il A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

Un dispetto in dialetto maceratese: “Fiore de pepe”

Strofe cantate al chiaro di luna sotto la finestra chiusa della innamorata… altri tempi Fiore de pepe aéte l’occhj A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

La differenza tra cagnetti e un cagnoni è nelle… “Proporzioni”

Poesia in dialetto pubblicata su “La rucola” n° 237, scritta dal poeta Mauro Valentini Lu scinnicu Ballesi cacciò fòri ‘n’ A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

‘Stu pasticciu non ce lu vulìa… “Cara Macerata mia”

Poesia pubblicata su La rucola n° 237 scritta dalla poetessa Anna Zanconi T’ho candato Macerata in tutte le A 11 persone piace questo articolo. Mi piace

Due “cantate” in dialetto maceratese su “La finestra chiusa”

Oggi non si canta ma in altri tempi sì, specialmente sotto la finestra della innamorata Ancora nei primi del Novecento si usava intonare un canto sotto la finestra della A 5 persone piace questo articolo. Mi piace

C’è lingua migliore del dialetto per fare satira cittadina? “La navetta”

Poesia pubblicata su La rucola n° 236, scritta dalla poetessa Mariella Marsiglia Madonna se ssì vellu, Carangì, drendo la navetta co’ A 11 persone piace questo articolo. Mi piace

Poesiola in dialetto maceratese: “Aurora, saluto al sole”

Pubblicata su “La rucola” n° 236 e scritta tanto tempo fa da un poeta anonimo Véni véni sòle ‘ché mammeta te A 3 persone piace questo articolo. Mi piace

Dialetto maceratese con finale a sorpresa: “Lu latru de gajine!”

Poesia pubblicata su “La rucola” n° 236, scritta da Cesare Angeletti alias Cisirino Nicò de Peretta, lu contadì de la marchesa, ‘na matina presto lassò pèrde tuttu lu A 11 persone piace questo articolo. Mi piace

Poesia in dialetto montegiorgese su “Li trucchi”… de le dònne

Pubblicata nel n° 236 de “La rucola”, scritta dall’arguto poeta ‘Ntunì de Tavarró Non era vèlla ma era naturale e non ci stava un cà’ che je jàa A 4 persone piace questo articolo. Mi piace

Oggi è in atto un uragano politico ma ce n’è un altro… “L’uragano”

Un’arguta poesia in dialetto maceratese scritta da Arcangelo Caracini Sopre un libbru de littura un frichì de testa A 7 persone piace questo articolo. Mi piace

Poesia in dialetto sarnanese: allora come un paio di giorni fa – “Nevicata”

Pubblicata su “La rucola” n° 236 di gennaio 2018, scritta da Enrico Ricciardi “Puritti nu’! Guardéte cumme negne! Eppù la fa, non vidi? È fina A 10 persone piace questo articolo. Mi piace

Partner istituzionali

Statistiche

  • 3.544.313