In diretta dal Consiglio comunale

Print Friendly, PDF & Email

 quasi una comica a cura del Direttore

 

Cartelli per le polveri sottili

Ricordate i cartelli per le polveri sottili? Quelli scaduti? Il Consigliere Claudio Carbonari ha domandato: “Quando li toglierete?” – “Mai – ha risposto l’Assessore – tando ce rfacìmo!” Vale a dire che ripeteranno l’esperienza allargandola anche a vetture più recenti. Intanto tra spese ed entrate ci hanno (abbiamo!) rimesso 6000 euro, sono state elevate 18 multe di cui solo 6 riscosse: tando casì per gnende!

 

La strada di collegamento

Il Consigliere Riccardo Sacchi ha chiesto lumi sulla strada di collegamento tra i quartieri di Colleverde e Collevario (quella che dovrebbe tagliare dalle parti dell’Agraria). Risposta lapidaria: “Non se pò fa’, non ci sta li sordi!”

 

Lotta alle zanzare

Ancora Claudio Carbonari ha voluto sapere cosa stanno facendo gli amministratori comunali contro le zanzare. Questa la risposta: “Abbiamo sperimentato 6 batbox, avuti gratis, nel parco di Fontescodella con ottimi risultati”. Ahò, a Fondescodella li pipistrelli (ndr: questi divoratori di zan-zare sono i residenti dei batbox) s’è ‘ngrassati! Porbio comme tutti li maceratesi che, in città, è stati pizzicati da le zanzare: era tutti gonfi co’ certe bolle grosse cuscì!

 

Marciapiedi a Villa Potenza

Il Consigliere Massimo Pizzichini ha interrogato su quando sarà sistemata la viabilità (strade e marciapiedi) di borgo Peranzoni e via dell’Acquedotto. Per il Comune una strada è di competenza della Provincia mentre i marciapiedi sono stati definiti “passabili” al che Pizzichini si è agitato ottenendo un misero… “vidirìmo”.

 

I parchi giochi

Il Consigliere Claudio Carbonari (ancora lui, evidentemente tornato corroborato dalle ferie) ha puntato l’attenzione sulle aree gioco, in alcune delle quali sono state rimosse le attrezzature. Gli è stato risposto che queste aree stanno passando da 50 a 35 perché alcune non sono utilizzate e sono stati rimossi i giochi non più conformi alle norme di sicurezza. Al che Carbonari ha replicato: “Non utilizzate? Strano… eppure mi sono state segnalate dai cittadini, evidentemente c’è qualcuno che le utilizza!”

 

I famosi 39 euro

E veniamo alla patata bollente… La mozione di Riccardo Sacchi inerente la “sosta tariffata”, segnatamente i 39 euro di multa per chi non esporrà il ticket del parcheggio, ha scatenato un putiferio, ma così tanto che anche i microfoni della Sala del Consiglio hanno iniziato a dare i numeri! Prima ancora che la questio fosse discussa c’è stata una urgente riunione di Giunta dove si è deciso, per evitare visti i prodromi che minoranza e maggioranza votassero insieme contro la delibera dei 39 euro, di allungare il… brodo, cioè di lasciare altri 30 giorni ai maceratesi per digerire il boccone indigesto. La discussione, lunga e animata, non è servita a chiarire un punto fondamentale: a quale articolo del Codice della Strada fa riferimento la delibera? Quien sabe? (a tal proposito vedere a pag. 22) Di punto, però, se n’è chiarito un altro che per decenni mai ha avuto risposta, quello dei parcheggi delimitati dalle (gratuite) strisce bianche. Dove sono: c’è da scoprirli come in una caccia al tesoro, dà più emozione quando ne trovi uno. Quanti sono: non s’è mai saputo ma una risposta dell’Assessore è stata quantomeno singolare: “Da quando in piazza Pizzarello sono scomparsi i posti a pagamento (per far posto al palazzone) e da quando la segnaletica blu è stata rimodellata facendo perdere qualche altro posto, la percentuale dei posti liberi si è innalzata!” – “Evviva” grideranno in coro i maceratesi. Per cui non si sa se la quota di legge del 30% è rispettata ma si sa che è, comunque, aumentata. In pratica il Comune fino a oggi (e forse nemmeno domani) non è stato in regola. Poi un pensiero fulminante ci ha attraversato la mente: “Il Codice della Strada viene fatto rispettare da Vigili, Polizia, Carabinieri. Se non esporrai lo scontrino sarai passibile di multa da questi Corpi. Allora, a che serve la Delibera?” Servirà ad autorizzare gli ausiliari del traffico dell’Apm? Quissi su la Cumune ha magnato pà’ e gorbe. Tutto questo il lunedì. Poi martedì sono arrivati quelli della Smea e potete immaginare che casino!

 

A 2 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti