Pudicizia

Print Friendly, PDF & Email

di Alfonso Leopardi

 

No, no, non me tocchéte! Oh Dio biatu,

Oh Dio, questo ch’adè? che me facéte?

Dico de no, dico de no; lasséte!

Dico che non se pò, Cristo sagratu!

 

None, non voglio: scéte un marducatu!

Ci sta l’inferno anche per vu’, sapéte?

Quanno è perso l’anore… Ve ferméte?…

Eppò è vicilia, e allora è più peccatu.

 

Mamma?… E’ jita a piglià’ certi spinaci…

Ma fèrmete che rtorna!… Eh birichì!

Non è che non me piaci, anzi me piaci;

 

Ma none, none, non me piaci qui…

Piuttosto véi stasera jò li saci:

ma ‘n te scordà’ de li… tiritittì.

 

 

A 1 persona piace questo articolo.

Commenti

commenti