A 500 cittadini non piace il blu

Print Friendly, PDF & Email

E’ arrivata una istanza al Sindaco

su multe e parcheggi illegali

 

strisce-blu-multa

 

Questa volta la protesta contro le strisce blu e le multe illegali non parte dai Consiglieri comunali di minoranza ma viene dal basso, dalle persone che non ne possono più delle vessazioni, del fatto di dover pagare ogni centimetro di suolo pubblico, della scarsezza di aree di sosta libere che non siano a chilometri di distanza dalla città, di parcheggi realizzati sopra i marciapiedi a danno e disagio dei pedoni.

Si sono fatti interpreti di questo disagio diffuso i ragazzi di Forza Nuova che hanno organizzato banchetti per una raccolta firme che ha avuto un successo immediato, e l’istanza è stata sottoscritta da persone appartenenti a ogni credo politico, unite dal fatto di non poterne più di essere pecore da tosare.

Si è quindi conclusa la raccolta firme contro le strisce blu lanciata lo scorso luglio e stamattina Forza Nuova ha depositato in Comune una istanza sottoscritta da 500 cittadini per la messa a norma dei parcheggi a pagamento nel territorio comunale. Alla base del ricorso presentato da FN la violazione dell’articolo 7 del codice della strada, che recita: “le aree destinate al parcheggio devono essere ubicate fuori dalla carreggiata e comunque in modo che i veicoli parcheggiati non ostacolino lo scorrimento del traffico”, l’articolo 157 dello stesso Codice secondo il quale è fatto obbligo al conducente di segnalare solo l’inizio della sosta, per cui è da ritenersi nulla e illegittima qualsiasi sanzione inflitta al conducente dopo la scadenza del biglietto, e la sentenza della Corte di Cassazione n.116 del 2007 secondo cui i Comuni devono riservare un’adeguata area destinata al parcheggio gratuito nelle immediate vicinanze delle strisce blu. “Le strisce blu sono un ostacolo e un disincentivo all’accesso al centro storico, con ripercussioni negative sull’attività degli esercenti – commenta il coordinatore provinciale di FN Tommaso Golini – Chiediamo al Sindaco l’immediata messa a norma dei parcheggi a pagamento nel Comune, la creazione di aree di parcheggio gratuito e il ripristino della sosta con disco orario”.

Una richiesta legittima che non può essere etichettata di destra o di sinistra, fascista o antifascista ma che fa propria una esigenza vera e reale dei cittadini.

 

 

A 8 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti