Biogas: la lotta continua

Print Friendly, PDF & Email

Nonostante la sentenza del Tar

niente è stato spento

 

 

distanze-centrali-biogas-corridonia-e-morrovalle

 

Il Consiglio Comunale di Morrovalle è stato convocato d’urgenza il 22 gennaio su richiesta della minoranza per discutere sulla determina della Provincia di Macerata che ha ammesso a Via postuma la centrale a biogas di Sarrocciano (Corridonia). Il Consiglio ha deliberato, all’unanimità, di ricorrere contro la stessa delibera dell’ente provinciale e di costituirsi in giudizio contro il ricorso presentato dalla VBI01 proprietaria della centrale di Sarrocciano. Un passo importante, quello di Morrovalle, che fa seguito a quello di Corridonia e al quale si aggiunge anche il Comune di Monte San Giusto. Come avvenne con le delibere congiunte del novembre 2012, le tre Amministrazioni sono unite allo scopo di fermare lo scempio ambientale che si sta perpetrando a scapito della collettività, per l’arricchimento di pochi. Ribadiamo ancora con forza il nostro diritto alla salute, alla tutela dell’ambiente e alla proprietà, auspicando che poi, le sentenze vengano rispettate ed applicate. Nonostante il Tar abbia annullato l’autorizzazione della centrale di Corridonia, dopo oltre tre mesi, siamo ancora in attesa che la Regione Marche ne decreti lo spegnimento!

Il comitato

 

A 2 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti