Zucchine

Print Friendly, PDF & Email

A cura di Cinzia Zanconi

zucchine 

Le zucchine sono un ortaggio originario dell’America Latina, la cui coltivazione ha iniziato a diffondersi in Europa nel XVI secolo. Nei supermercati e nei mercati si trovano tutto l’anno, ma la loro stagione, fuori serra, è l’estate. Il sapore neutro le rende molto versatili in cucina: la maggior parte delle ricette tradizionali ne prevede l’uso soprattutto come contorno, ma sono molto gustose anche crude, tagliate fini, in insalata. Ecco qualche curiosità su questo ortaggio. Le zucchine sono composte per il 95% di acqua, sono ricche di potassio, vitamina E, vitamina C, caroteni e acido folico e hanno un’azione antinfiammatoria, diuretica e disintossicante. Si seminano direttamente a dimora quando la temperatura si mantiene al di sopra dei 20°, di solito a fine maggio – inizio giugno, i frutti si raccolgono a partire da circa due mesi dopo la semina. Il frutto maturo può raggiungere addirittura la lunghezza di un metro, ma ha grandi semi che lo rendono immangiabile. Le zucchine che si consumano abitualmente sono in realtà frutti ancora acerbi. I fiori delle zucchine, detti fiori di zucca, hanno un sesso: dalla stessa pianta nascono fiori maschio e fiori femmina, da questi ultimi si sviluppa l’ortaggio, solo se sono stati impollinati con il polline del maschio trasportato dagli insetti o dal vento. Oltre a essere commestibili e gustosi, i grandi fiori gialli delle zucchine piacciono molto alle api. Le zucchine alla scapece, fritte e poi aromatizzate all’aceto, sono una ricetta tipica campana, simile ad altre preparazioni come il carpione o il saor, nate per migliorare la conservazione dei cibi. Sia il nome della preparazione che il procedimento sono una eredità della dominazione spagnola.

 

 

Pasta con le zucchine

pasta-e-zucchine 

Ingredienti: 360 gr. di pasta corta; 4 zucchine; 1 spicchio di aglio; 1/2 cipolla; olio extra vergine di oliva; sale; pepe; parmigiano e 80 ml di vino bianco.

 

Preparazione: lavate le zucchine e tagliatele a rondelle.
Fate soffriggere in un tegame con abbondante olio la cipolla tritata finemente e l’aglio privato dell’anima. Togliete l’aglio, aggiungete le zucchine e fate rosolare a fuoco alto per qualche minuto. Abbassate il fuoco, irrorate di vino e portate a termine la cottura. Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e versatela nel tegame. Fatela mantecare nel sugo di zucchine per due minuti mescolandola bene. Servitela condita con pepe e parmigiano.

 

Polpette di zucchine e patate

  polpette di zucchine

Ingredienti: 500 gr di pane raffermo; acqua q.b.; 3 uova; 220 gr di patate; 220 gr di zucchine; 1 carota; 1 cipolla piccola; sale; pepe; pangrattato; olio di semi per friggere e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.

 

Preparazione: lavate zucchine, carota e patate. Togliete le bucce (tranne che alle zucchine). Grattugiate le verdure con una grattugia a fori larghi. In una padella rosolate la cipolla con l’olio extravergine d’oliva. Aggiungete le verdure con un po’ di sale. Fate cuocere 5 minuti (le verdure devono ammorbidirsi, ma non ridursi in poltiglia!). Se si seccassero, aggiungete poca acqua. Spegnete e lasciate raffreddare. Ammorbidite il pane in acqua, strizzatelo per bene. Aggiungete uova, sale, pepe e le verdure. Se l’impasto risultasse troppo morbido, aggiungete un po’ di pangrattato. Formate le vostre polpette e passatele nel pangrattato. Friggetele in abbondante olio di semi finché non risulteranno dorate. Asciugate l’olio in eccesso e servite le vostre polpette di zucchine e patate.

A 7 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti