Le Cattedrali della provincia di Macerata

Print Friendly, PDF & Email

Fondazione Carima – www.turismomacerata.it

 tuma

Il Piceno conobbe il Cristianesimo, giunto da Roma e dall’Oriente, già nel III secolo ma l’invasione dei Longobardi nel 573 fu causa di grandi cambiamenti sia sul piano politico-sociale che in quello religioso. Da allora prese avvio un lungo percorso che, nel tempo, ha registrato mutate pertinenze territoriali delle diverse diocesi e divisioni nella giurisdizione ecclesiastica del territorio. Oggi la provincia di Macerata è ripartita tra la Diocesi di Macerata – Tolentino – Recanati – Cingoli – Treia, l’Arcidiocesi di Camerino – S. Severino Marche, la Diocesi di Fabriano – Matelica e l’Arcidiocesi di Fermo. Ciascuna di esse è dunque il frutto di secoli di storia e di trasformazioni, di cui sono viva testimonianza le Cattedrali di

 

Macerata

macerata-cattedrale-s

Camerino

camerino-cattedrale-ss-annunziata-1

Tolentino

tolentino concattedrale s.catervo

Recanati

recanati concattedrale s.flaviano 1

Cingoli

Cathedral Church, Cingoli, Macerata, Italy, in the Piazza Emanuele. Image shot 2010. Exact date unknown.

Treia

treia concattedrale ss annunziata

San Severino Marche

s.severino concattedrale s.agostino Matelica

matelica concattedrale s.maria assunta s.bartolomeo

Si tratta di chiese che hanno costituito e rappresentano tutt’ora il fulcro della vita religiosa delle rispettive città, che si è intrecciata indissolubilmente con le loro vicende storiche, sociali, politiche e artistiche. La Fondazione Carima ha voluto dedicare una sezione tematica del portale di promozione turistica TUMA a questi scrigni di bellezza unici, che Benedetto XVI ha definito “manifestazioni di Dio” poiché, attraverso le linee architettoniche e le opere d’arte, riescono a esplicitare i misteri della fede e ad annunciare visivamente Cristo.

 

A 6 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti