Il cece

Print Friendly, PDF & Email

A cura di Cinzia Zanconi

 ceci

Il cece è uno dei legumi più antichi e oggi, dopo fagioli e soia, è il più usato in alimentazione. E’ una pianta che proviene dall’oriente, coltivata sin da tempi remoti nel bacino del mediterraneo, anche se ora i paesi maggiormente produttori sono India e Pakistan, mentre in Italia è una coltivazione poco diffusa per via delle basse rese e della scarsa richiesta sul mercato; viene consumato principalmente nelle regioni meridionali insieme con la pasta e in Liguria, dove piatti tipici a base di ceci sono la farinata e la panissa. I ceci hanno la proprietà di abbassare i livelli di “colesterolo cattivo” nel sangue, motivo per cui svolgono un ruolo protettivo nei confronti del cuore. Questo legume ha un alto contenuto di magnesio che reca benefici alla circolazione sanguigna e all’apporto di sostanze nutritive all’organismo. Da notare che la scarsa presenza nel corpo di magnesio favorisce l’infarto. Altre sostanze presenti nei ceci sono gli Omega 3 che prevengono la depressione e regolano il battito cardiaco evitando l’insorgere di aritmie al cuore; sono anche ricchi di fibre alimentari che aiutano a regolarizzare le funzioni intestinali e, contemporaneamente, mantengono in equilibrio i livelli di glucosio nel sangue. Ogni 100 grammi di ceci si ha un apporto calorico di 320 calorie.

 

Ceci al rosmarino

 ceci-al-rosmarino

Ingredienti: 200 gr. di ceci cotti (peso sgocciolato); 2 spicchi di aglio; un rametto di rosmarino e un cucchiaio di olio extravergine di oliva.

 

Preparazione: Scolare i ceci dal loro liquido di governo. Usando quelli in vaso o in scatola sciacquarli brevemente sotto acqua fresca corrente e metterli in un colino. Spellare l’aglio e lasciarlo intero. Preferire degli spicchi piuttosto grandi, così saranno facili da togliere se non dovessero piacere. Lavare il rosmarino, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere. In una padella mettere l’’olio e l’aglio. Accendere il fuoco e farlo dorare su fiamma dolce. Unire il rosmarino tritato, i ceci e farli saltare per 2-3 minuti su fiamma media. Regolare di sale e servire.

 

Filetti di merluzzo, ceci e carciofi

 ceci-carciofi-e-filetti-di-merluzzo

Ingredienti: 800 gr. di filetti di merluzzo o nasello; 2 barattoli di ceci già lessati; 4 carciofi; 5 pomodorini ciliegini; un limone; un ciuffo di prezzemolo; 3 spicchi di aglio; 2 foglie di alloro; un peperoncino; olio extravergine di oliva quanto basta e sale quanto basta.

 

Preparazione: pulisci i carciofi, leva le foglie dure e la parte interna; tagliali in quattro spicchi. In una ciotola spremi il limone, aggiungi l’acqua e tuffaci gli spicchi di carciofi. Cuoci i carciofi nell’acqua salata per circa 10 minuti. Nel frattempo, sbuccia gli spicchi d’aglio e falli dorare con un filo d’olio nella padella. Scola i ceci dall’acqua del barattolo, sciacquali in acqua corrente e mettili nella padella con l’aglio, aggiungi anche il peperoncino e i pomodorini tagliati a spicchi. Fai rosolare il tutto per circa 5 minuti. Leva l’aglio e aggiungi una tazza d’acqua; aggiungi anche i carciofi e le foglie di alloro. Aggiusta di sale, se serve e copri con un coperchio; gira ogni tanto con un cucchiaio di legno e cuoci per circa 15 minuti. Se il tutto tende ad asciugarsi troppo aggiungi altra acqua. Disponi i filetti di merluzzo nella padella sopra i ceci e i carciofi e aggiungi il prezzemolo tritato. I filetti cuoceranno con il calore in pochi minuti e dovrai girarli soltanto una volta facendo attenzione a non romperli. A cottura ultimata, disponi i filetti su un piatto da portata e distribuisci sopra i ceci con i carciofi. Il piatto non deve risultare troppo asciutto ma deve mantenere un pochino di brodetto di cottura. Deve essere servito caldo. È un piatto delicato e delizioso.

 

A 7 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti