Giordano Emiliozzi, foto per “Non chiudere gli occhi”

Print Friendly, PDF & Email

Si inaugura presso lo Spazio Mirionima dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, in piazza della Libertà n° 7, la mostra di fotografia “Non chiudere gli occhi”, del fotografo maceratese Giordano Emiliozzi, a cura di Lucia Cataldo, in collaborazione con il Centro Antiviolenza S.O.S. Donna della Provincia di Macerata.

L’esposizione è curata da Lucia Cataldo, la inaugurazione ci sarà oggi, venerdì 18 marzo alle ore 17:30 e sarà visitabile fino al 31 marzo con i seguenti orari: dal lunedì al sabato 10-13 e  16-19 (chiuso mercoledì mattina)  o su prenotazione al  347 7062389.

Emiliozzi

Le fotografie di Emiliozzi si ispirano a fatti realmente accaduti ma al contempo li celano utilizzando bambole, “fashion dolls”, che si trasformano in interpreti di brutali  “messe in scena”. Ogni location  è stata scelta in base a fatti di cronaca realmente accaduti,  il punto di vista è quello di un “silente testimone” che assiste alle violenze e con “distacco giornalistico” fotografa la scena del crimine quasi in tempo reale.

Quasi giornalmente la cronaca racconta di donne maltrattate, sfigurate, assassinate. L’artista scuote attraverso le immagini la “difesa percettiva” che agisce spesso quasi a far diventare queste notizie una routine che non implica quasi più un coinvolgimento emotivo.

Da questo è scaturito per Emiliozzi lo stimolo  per  un progetto fotografico che non si conclude con questa mostra. L’intento, infatti, è molto più ambizioso poiché  l’argomento del femminicidio necessita di essere approfondito non solo con immagini, ma anche e soprattutto attraverso il dialogo e la condivisione di riflessioni in tutti gli ambiti della vita quotidiana: la famiglia, la scuola, le associazioni e ogni altro ambiente per… “non chiudere gli occhi” mai più.

 

Per ulteriori informazioni

Prof.ssa Lucia Cataldo- lucianacataldo@libero.it 328-4571125

Prof. Giordano Emiliozzi  occhirossi@teletu.it   347 7062389 www.giordanoemiliozzi.com

A 6 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti