• Spazio pubblicitario disponibile

Vuoi associarti?

“La luce, a volte” nuova raccolta di poesie di Filippo Davoli

Print Friendly, PDF & Email
Collana Altrove, con nota introduttiva del critico Massimo Raffaeli
filippo davoli

Esce un nuovo volume della collana Altrove. Si intitola La luce, a volte ed è l’ultima raccolta di poesie di Filippo Davoli, che nella nota introduttiva il critico Massimo Raffaeli definisce la raccolta “che ormai testimonia una piena maturità d’autore”.

Ispirazione e motore di questo capitolo della sua vicenda poetica è il tempo, che in continui andirivieni si fa retrospettiva e scandisce i limiti della vita umana, sebbene l’orizzonte della poesia di Davoli resti sempre il presente: lo sguardo privilegiato da una finestra, aperto sull’immensità del mare, o le folate di vento che sferzano giornate inerti, in una dimensione quasi domestica e familiare. Nella dizione del poeta marchigiano, che Raffaeli descrive come “estremamente incisa, prosciugata… frontale, assertiva”, in cui metrica e prosodia arrivano a coincidere e gli endecasillabi arrivano a sfiorare la prosa, si può riconoscere la lezione di maestri come Mario Luzi e Franco Fortini “nel loro stile tardo e più essenziale”.

Questa di Davoli è una luce intermittente, pulsante, fatta di bagliori fortuiti che possono sprigionarsi in maniera imprevista da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento: “La luce a volte. Un balsamo/che scende al consolato/cuore, dove l’incontro si fa carne./Così mi accogli in queste oscure pagine./Ed io non so/che accettarne l’incarico, procedere/per frammenti di me fra le parole”. Scrive Raffaeli: “La sua è una poesia che sa di doversi castigare e umiliare nella semplicità o nella nudità dello sguardo, dell’ascolto, perciò è capace di apertura e, per etimologia, di sapienza”.

Filippo Davoli (Fermo 1965) ha all’attivo numerose pubblicazioni e premi importanti, come il “Premio Montale” 2001 per l’inedito, il Premio “Città di Fabriano” 2014, ed è stato finalista al Premio “Dario Bellezza” 2001. Tra le sue pubblicazioni: Alla luce della luce (1996) con Introduzione di Franco Loi; Un vizio di scrittura (1998), Come all’origine dell’aria (2010), I destini partecipati (2013). Tradotto in Francia, compare in antologie come La poesia delle Marche. Il Novecento, a cura di Guido Garufi (1998); La voce che ci parla. Antologia di poesia europea contemporanea, a cura di Alberto Cappi (2005); Trent’anni di poesia italiana e dintorni, a cura di Alberto Bertoni (2005). Ha fondato e dirige, con Gaetano Fiac­coni, la web-rivista Quid Culturae.

 

Filippo Davoli, La luce, a volte. Con una nota introduttiva di Massimo Raffaeli, Liberilibri, collana Altrove, pagg. 88, euro 15.00, ISBN 978-88-98094-33-2

 

A 5 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.928.618