Nella calza della Befana… un po’ di barzellette divertenti

Print Friendly, PDF & Email

L’esploratore e il leone – Un esploratore si trova improvvisamente davanti un leone grandissimo. Impaurito dice: “Dio, fà che questo leone sia solo un’apparizione cristiana…”. Risponde il leone: “Dio, benedici questo pasto!”

 

Satira politica – Dio creò la Padania, poi si accorse dell’errore e la coprì di nebbia…

 

Il manager – “Gigino, che lavoro fai?” Risponde Gigino: “Exotic fruits beach manager!” – “Cioè?” – “Omino del cocco bello in spiaggia”. – “Ah…”.

 

Il professore, l’alunno e il mazzo di chiavi – Professore, mettendo un mazzo di chiavi davanti all’alunno: “Forza, dimostri che queste chiavi sono mie”. Alunno: “Ehm…”. Il professore: “Allora?” Di nuovo l’alunno: “Ehm… Aristotele… Platone… ehm…”. Il professore: “Se ne vada, torni al prossimo esame”. L’alunno alzandosi prende il mazzo di chiavi e: “Arrivederci…”. Il professore: “Ma cosa fa? Dove va con le mie chiavi?” L’alunno: “Ecco, dimostrato che sono sue!” – “Promosso!”

 

Il Po, fiume più lungo d’Italia – Gigino alla maestra: “Ma che il fiume più lungo d’Italia ha cambiato nome?” – “Perché Gigino?” – “Eh, parlano tutti dell’Ex Po…”.

 

Freddura bancaria… – Chi controlla le banche? Normalmente il palo…

 

L’idiota – “Se ci sono idioti in questa aula, si alzino per favore”,  disse il maestro sarcastico. Dopo un lungo silenzio, una matricola si alzò. “Allora, perché ti consideri un idiota?” chiese l’insegnante. “In realtà non mi ci considero ma non sopporto vederla in piedi là tutto da solo” fu la risposta.

6 gennaio 2018

 

A 6 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti