• Prassi

Vuoi associarti?

Una vecchia storia del mercato coperto di via Armaroli: le vinnirìcole

Print Friendly, PDF & Email
Diana, Lisa de Marióna, il cane Dick lu ‘cchjappacà e il convento delle Monachette
macerata mercato coperto di via armaroli

Negli anni 1940-‘50 le venditrici più note del mercato coperto di via Armaroli erano Diana e Lisa. I loro banchi erano sempre ben forniti di “primizie” e di ogni tipo di frutta e di verdura. Diana portava sempre una vistosa collana di coralli mentre Lisa, che era molto miope, aveva sempre gli occhiali. Diana era sposata con un infermiere del manicomio, insieme abitavano in vicolo Ferrari, vicino alle “Monachette” e non avevano figli. Invece Lisa “de Marióna” di figli ne aveva tre e stava di casa “jò le Fosse”. Le due negozianti erano “rivali” e cercavano di “rubarsi” i clienti ognuna lodando i propri prodotti. Nel momento in cui Diana diventò vedova si prese un cane di nome Dick che le faceva compagnia; una volta il cane fu sorpreso senza museruola e, perciò, venne catturato da un accalappiacani. Diana, arrabbiata, lo insultò! Onde evitare la punizione per l’offesa recata a un pubblico ufficiale si rifugiò, insieme con il cagnetto, nel convento delle Monachette, la priora l’accolse e la sistemò in una stanza dove Diana visse in “clausura” fino alla morte: arresti domiciliari ante litteram. 

Americo, il pensionato

13 marzo 2018

A 12 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.239.368