Maurizio Boldrini all’Università di Siena spiega Carmelo Bene

Print Friendly, PDF & Email

A Siena giovedì 10 maggio, nell’ambito di “Ciclomaggio 2018 – Carmelo Bene. Uno straniero nella propria lingua”, si svolge una giornata di studi su Carmelo Bene presso l’Aula musica di via di Fieravecchia 19. L’iniziativa è organizzata dall’Università di Siena, Dipartimenti di “Filologia e critica delle letterature antiche e moderne” e di “Scienze storiche e dei beni culturali”. Al mattino dalle ore 11:00 “Sugli scritti letterari” con gli interventi di Marco Capriotti, Simone Giorgino, Franco Vazzoler, nel pomeriggio dalle ore 16:00 “Sul teatro” con gli interventi di Paola Bertolone, Maurizio Boldrini, Armando Petrini.

Il libro di Maurizio Boldrini “Lezione su Carmelo Bene” (Minimo Teatro/ Edizioni), oltre al suo valore intrinseco poiché esemplificazione delle tecniche operatorie dell’artista, si sta trasformando in un viatico per collegare persone e situazioni di studio molto diverse e geograficamente distanti:  la lezione su Bene si è spostata dal Minimo Teatro di Macerata alla Philosofarte di Montegranaro, dal Trinity College di Dublino a Oskenè di San Giovanni Rotondo e ora arriva a Siena.

Spiega Maurizio Boldrini: “La figura di Carmelo Bene è fulcro di un grande interesse! Lo è sempre stato, da vivo e da morto. Cerco solo di contribuire a far mutare l’interesse da fascinazione in effettivo studio. L’invito per Siena mi è giunto direttamente da studenti e studentesse dell’Università che curano annualmente ‘Ciclomaggio’, ciò mi fa particolarmente piacere perché sono giovani che organizzano direttamente il loro studio con il coraggio di chiamare e ascoltare chi può essere ‘strumento’ del loro interesse. Dissuado sempre dal farsi prendere dalla bellezza del soggetto studiato, così farò a Siena, per fornire qualche indicazione sulle tecniche operatorie e per mostrare dove è arrivata la ‘microchirurgia vascolare delle parole’ grazie a tecniche di Carmelo Bene combinate con altre ingegnerie”.

9 maggio 2018

A 2 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti