• Prassi

Vuoi associarti?

A Macerata “Alba di perla”, una mostra in guanti bianchi

Print Friendly, PDF & Email
In esposizione 17 libri d’artista selezionati per il concorso “Pascoli e il paesaggio”
giulia perugini_emanuele gurini

Inaugurata oggi pomeriggio alla “Gaba young” dell’Accademia di Belle Arti di Macerata “Alba di perla”, una mostra, letteralmente, da toccare con i guanti quella curata dagli studenti dell’Abamc Giulia Perugini (che ha da poco terminato gli studi nel dipartimento di Multimediale) ed Emanuele Gurini (studente Abamc al terzo anno di Graphic design).

 

Libri d’artista

Nello spazio messo a disposizione degli studenti e delle studentesse a Macerata in via Gramsci 55 dal direttore dell’accademia Paola Taddei, sono in mostra fino al 16 giugno 17 libri d’artista, selezionati all’indomani del concorso “Pascoli e il paesaggio”. Dopo essere stati in mostra a Bologna l’anno scorso, i volumi ora sono a Macerata. Con una novità: per godere appieno delle incisioni che accompagnano i versi di Pascoli, i visitatori possono indossare dei guanti disponibili all’ingresso, ed entrare così nello spirito dei libri, sfogliandoli.

 

Declinare il paesaggio pascoliano

 “Ogni artista – ha spiegato Giulia Perugini – ha declinato il paesaggio pascoliano in modo diverso, estraendo una poesia e lavorando sull’immagine della sua mente per trasformarla in incisione. Non sono quindi libri-oggetto ma libri sfogliabili, che ci portano all’interno della poesia di Pascoli. Ogni artista rappresenta a suo modo la suggestione del cuore, il dolore e la meraviglia delle piccole cose che sono la cifra della poetica pascoliana”.

 

L’allestimento

A spiegare l’allestimento è invece Emanuele Gurini, che ha anche ringraziato il direttore Taddei per lo spazio messo a disposizione degli studenti. “Pascoli – ha detto Gurini – è stato un artista che ha compreso appieno il suo tempo. Cambiano i contesti ma quello che troviamo nella sua poetica è vero anche oggi. Nella prima stanza potete toccare con mano i libri. Nella seconda stanza il clima è più raccolto, per entrare in contatto con la poetica di Pascoli e in qualche modo isolarsi dal mondo esterno”.

 

Gli autori

L’esposizione nasce dalla collaborazione con l’Accademia Pascoliana e con l’Università degli Studi di Bologna. Le opere sono di Silvano Babini, Maurizio Boiani, Riccardo Buccella / Mattia Caruso / Andrea Spinelli, Ezio Camorani, Loretta Cappanera, Isabella Ciaffi, Alex Corno, Graziella Da Gioz, Stefano Grasselli, Paolo Graziani, Maria Elisa Leboroni, Raffaello Margheri, Giordano Perelli, Maurizia Ragni, Luciano Ragozzino, Laura Stor, Elsa Zaupa.

L’ingresso è libero.

7 giugno 2018

A 2 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.239.368