A Macerata il ricordo di chi è caduto per la difesa della Patria

Print Friendly, PDF & Email

Macerata e il Comune ricordano, oggi 29 giugno, una triste pagina di storia che riguarda la Brigata Macerata e le truppe impegnate al fronte della prima guerra mondiale. In questo giorno, 29 giugno 1916, sulle prime linee nella zona di Bosco Cappuccio e delle trincee delle “Lunette”, la lunga trincea di raccordo italiana, ci fu una strage delle truppe causata da due attacchi chimici austriaci che provocarono la morte di 182 ufficiali e 6.250 militari di truppa italiani, tra essi molti combattenti della brigata maceratese, gran parte dei quali colti nel sonno.

Era la prima volta che si usavano gas nel conflitto mondiale e questo suscitò grande sgomento per le truppe al fronte ma, come si legge nei diari dell’epoca la Brigata Macerata  seppe  resistere nonostante le gravissime perdite subite. La memoria di un altro evento che riguarda la Brigata Macerata è quello della slavina che la notte del 13 dicembre 1916 si verifico su Cima Levante in cui persero la vita molti combattenti della 122^ Brigata Macerata. Il primo luglio i rappresentanti della Brigata Macerata saranno in Val del Gatto per porre una targa commemorativa.

29 giugno 2018  

A 7 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti