Partite da Appignano verso Civitanova le auto di “Sibillini e dintorni”

Print Friendly, PDF & Email

Dal borgo dei vasai al chiostro di San Francesco passando per le vallate del Potenza e del Chienti immersi nel meraviglioso paesaggio delle colline maceratesi: Appignano e Civitanova sono state protagoniste ieri della prima giornata di “Sibillini e dintorni”, tra la curiosità e lo stupore di quanti le hanno incrociate lungo il percorso.

 

Partenza da Appignano

Dal luogo simbolo dell’antica arte dei vasai appignanesi ha preso il via questa edizione del raduno di auto d’epoca organizzato dalla Scuderia Marche. A dare il benvenuto agli equipaggi al loro arrivo in borgo Santa Croce c’erano il sindaco Osvaldo Messi, l’assessore alla cultura Vittoria Trotta e l’assessore al turismo Natascia Compagnucci.

Un rapporto di stima e amicizia lega la cittadina di Leguminaria alla manifestazione di automobilismo storico e l’invito è a tornare per l’evento gastronomico culturale giunto alla 16esima edizione e che si svolgerà dal 19 al 21 ottobre prossimo.

 

Tappa a Civitanova

Civitanova è stata la seconda tappa della prima giornata di “Sibillini e dintorni”. Dopo aver attraversato il centro e il lungomare della città portuale ed essere saliti in collina, gli equipaggi hanno lasciato le auto in via Corridoni in Città Alta. Nell’incantevole chiostro di San Francesco, accanto a piazza della Libertà, i partecipanti hanno ricevuto i saluti dell’assessore alla crescita culturale del Comune di Civitanova, Maika Gabellieri, e si sono ristorati grazie all’accoglienza curata dalla Pro Loco locale.

 

In tre giorni percorsi 300 km

Nella tre giorni di “Sibillini e dintorni” vengono percorsi circa 300 km, molti per auto tanto antiche. Ma una delle caratteristiche per cui il raduno della Scuderia Marche è noto nel mondo dell’automobilismo storico è il programma orario serrato: “Accanto a quello della solidarietà – spiega Massimo Serra del club organizzatore – il raduno ha come scopo la promozione del nostro territorio. Ci teniamo moltissimo ed è il motivo per cui il programma, nonostante le difficoltà dovute all’età delle vetture, prevede tanti luoghi da visitare e molti chilometri da percorrere, così gli equipaggi sfruttano al massimo la permanenza per conoscere il ricco e variegato patrimonio marchigiano”.

 

Oggi a Frasassi, poi Macerata

Oggi il raduno prosegue con un’incursione nell’anconetano per ammirare le Grotte di Frasassi, quindi il rientro nel maceratese passando per Apiro con sosta prandiale al lago di Castreccioni e, in serata a Macerata, la Rievocazione storica del Circuito della Vittoria che torna nella formula classica con partenza in corso Cavour alle 21:30, arrivo in piazza della Libertà ed esposizione delle auto fino a mezzanotte circa.

 

Il miele a Montelupone

Domani (sabato 25 agosto) gli equipaggi di “Sibillini e dintorni” fanno tappa a Montelupone per assistere alla smielatura per partire poi alla volta di Montecosaro e visitare il museo “Cinema a Pennello”. Nel pomeriggio rientro a Macerata: dalle 17:30 circa esposizione delle auto in piazza Mazzini, alle 21 “Notte degli Oscar” allo Sferisterio.

 

Partner e sponsor

Partner istituzionali e sostenitori di “Sibillini e dintorni” sono i Comuni di Macerata, Appignano, Civitanova Marche, Montelupone e Montecosaro. ASI è partner sportivo.

Main sponsor di questa edizione sono Banca Mediolanum ufficio di Macerata, Tecnostampa, Comet-Rema Tarlazzi, Ferretti Assicurazioni agenzia di Macerata, Tecnosteel, APM. In collaborazione con l’Università degli studi di Macerata, il Consorzio delle Grotte di Frasassi, la Pro Loco di Montecosaro e la Pro Loco di Civitanova Alta.

24 agosto 2018

A 7 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti