Macerata, ricevuti in Comune studenti provenienti dalla Spagna

Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina, a Macerata, il sindaco Romano Carancini ha ricevuto nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti, dando loro il benvenuto, alcuni studenti del Liceo classico e linguistico Leopardi di Macerata, accompagnati dall’insegnante Mara Salvucci, e gli studenti dell’istituto d’istruzione superiore I.E.S Buero Vallejo di Guadalajara, una città che si trova a 65 chilometri da Madrid, gemellato con la scuola maceratese, e la loro insegnante Mila Martìn. Si tratta di una delle pochissime scuole secondarie del Paese in cui gli studenti studiano l’italiano come seconda lingua straniera.

I 13  studenti spagnoli che hanno partecipato all’iniziativa, a Macerata dal 12 dicembre scorso, sono ospiti delle famiglie italiane, mentre sulla base della reciprocità, gli studenti maceratesi si recheranno in Spagna a marzo prossimo. 

Il sindaco Carancini, dialogando con i giovani, ha sottolineato l’importanza del percorso di internazionalizzazione che Macerata, attraverso gemellaggi, patti di amicizia, e non solo, sta portando avanti facendo conoscere la nostra città nel mondo. Ha parlato con i giovani ospiti della figura di Padre Matteo Ricci e dell’importanza che il Comune dà alle scuole e al lavoro che quotidianamente viene svolto al loro interno.

Al termine dell’incontro il sindaco  ha consegnato ai ragazzi un piccolo ricordo/omaggio: una penna con lo stemma del Comune e un segnalibro raffigurante l’orologio planetario; alle insegnanti una pen drive con notizie e foto dei principali monumenti e musei di Macerata.

17 dicembre 2018

A 2 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti