Fulvia Foti nell’Antologia poetica “Marche: omaggio in versi”

Print Friendly, PDF & Email

Perugia, sono state inserite quattro poesie della poetessa e scrittrice maceratese Fulvia Foti. Uno dei componimenti dedicato, e non poteva essere diversamente, al poeta Leopardi, è intitolato “Risveglio”. “Eden del Conero”e “Fruscio”sono versi dedicati a Portonovo e al suo mare. Infine “Intesa e Arte” vuole evidenziare la bellissima e commovente mostra dello scorso anno a Osimo, dedicata ai capolavori d’arte dei Sibillini feriti dal sisma. Un caloroso grazie al professor Bruno Mohorovich, curatore scrupoloso del volume, e alla collaboratrice Elisa Piana. Senza il loro cesellato lavoro non avremmo potuto conoscere tante notizie di questa regione. Nel volume sono presenti pure poesie in dialetto nonché riferimenti a usi e costumi marchigiani. Un “Omaggio in versi” raffinato e interessante. L’antologia è stata presentata il 19 ottobre a Pesaro, presso la Sala del Consiglio Comunale, alle ore 17:30. L’evento, organizzato dalla Bertoni Editore e dall’AIIA (Accademia Internazionale Incisione Artistica) è patrocinato da: Comune di Pesaro, Provincia di Pesaro, Consiglio Regionale delle Marche, Pro Loco di Candelara, Nuovo Quartiere 3 e dall’Agape Caffè Letterario d’Italia e d’Europa di San Benedetto del Tronto. L’antologia si avvale del contributo degli incisori dell’AIIA (Accademia Internazionale Incisione Artistica), che hanno arricchito il volume con le loro opere, grazie all’impegno del Presidente dell’Associazione Lorenzo Fattori e dell’artista pesarese Mara Pianosi. L’aula congressi era gremita, sono intervenuti anche il vicesindaco di Pesaro e il poeta professor Lorenzo Spurio, egli stesso curatore della prefazione dell’antologia. Durante la manifestazione è stato consegnato al noto pittore Mario Logli, autore della copertina del volume antologico, il premio alla carriera “Minerva Etrusca”. Tra i 57 poeti presenti nell’antologia solo alcuni sono stati invitati a leggere le loro liriche. Uno di questi è stata la poetessa Fulvia Foti, che ha scelto di proporre al pubblico, tra le sue quattro poesie presenti in antologia, quella dedicata a Giacomo Leopardi intitolata “Risveglio!”, definita una pennellata leopardiana. È stato un piacevole e raffinato incontro culturale da ricordare. Tutti i volumi dell’antologia disponibili a fine serata sono andati esauriti. È stato un vero successo! Chi ama le Marche e ha interesse di avere l’antologia tra i volumi della propria biblioteca, può richiederla direttamente alla casa editrice contattandola sul sito www.bertonieditore.com oppure può acquistarla, prenotandola presso le librerie Feltrinelli e Mondadori, presenti un po’ ovunque sul territorio marchigiano.

 

Risveglio

a Giacomo Leopardi

 

L’ultima stella in cielo,

tremolante:

è ancora accesa…

La luna pian – pian

svanendo:

impallidisce.

D’Ambrosia:

si colora l’orizzonte;

sfumature di sembianze

riempiono i boschi…

Timidamente:

s’apre un uscio…

 

Fruscio di Portonovo

 

Quello sciabordío

languido e continuo,

quel fruscío della marea

risucchiata dalla ghiaia,

quel lento

ritmato

movimento:

andare e ritornare;

quel portare e riprendere,

quel nulla lasciare,

quel nulla donare!

Solo fruscío…

da ricordare…

 

Eden del Conero

 

In quell’oasi di mutevole

azzurro…

pigramente adagiato: oh Conero!

Sembri

un miraggio di fata morgana!

Volteggiano nel cielo

con gnostica contiguità

Ali d’insoliti uccelli;

cespugli di gemme smeraldine

ti rendon vivo!

Spesso invalicabili son

le tue sponde

lambite dallo sciabordio

di flutti e di onde.

Immobili, ad ornamento

gli appuntiti scogli

delle Due Sorelle

come i Ciclopi di Ulisse!

Ambitamente violati

da uomini e velieri

sono i tuoi antri e

i tuoi virginali sentieri.

L’uomo e il mare ti contendono…

Oh Conero!

Come un iridescente opale!

 

 

Intesa e Arte

Capolavori dei Sibillini

L’arte nei luoghi feriti dal sisma

 

L’intesa in uno

sguardo virtuale

è una completa:

resa,

perché profondo

è il legame…

prende forma,

senza chiedere

permesso.

Cosa sia…

non vuol dirlo,

ma è uno dei

sentimenti:

che governano

l’Universo.

21 gennaio 2019

A 6 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti