• Spazio pubblicitario disponibile

Vuoi associarti?

In campagna: il bambino dispettoso, le ochette e il pozzo

Print Friendly, PDF & Email
In dialetto maceratese la storiella del salvataggio di un branco di piccole oche
piccole oche

Adèra picculittu, ci-aìa tre o quattro anni e statìa sembre llà per l’ara. Joca de qua, joca de là, ‘na bella orda che un branghittu de ochette (sarà state cingue o sei) facìa pescolletta vicino a lu puzzu ‘sta creatura te l’ha pijate pe’ lu collu e ppo’ l’ha vuttate dentro lu puzzu. Per quanno se n’è ‘ccorta la sorella agghjà era fatto tutto. Come l’ha saputo la zzisa, corenno corenno, ha pijato lu canestru co’ ‘na corda, ha fermato ‘na cannela su lu canestru, pe’ vedè’ bene dentro lu puzzu, ha misto ‘n par de mattù dentro lu canestru (pe’ fallu jì più a funno) e ha rpescato tutte l’ochette. Cuscì finì l’avvendura dell’ochette.

Lisà de Lurinzittu

11 febbraio 2019

A 1 persona piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.432.792