Macerata, presentata l’Associazione “Crocerossine d’Italia” Onlus

Print Friendly, PDF & Email

È stata presentata l’Associazione Crocerossine d’Italia ONLUS e l’appuntamento, avvenuto nel teatro della società Filarmonica Drammatica di Macerata, ha visto protagonista assoluta la Presidentessa Nazionale Mila Brachetti Peretti la quale ha spiegato a una vasta platea l’importanza del ruolo di questa neonata associazione: ha come scopo principale l’impegno umanitario che non si esaurisce nel tempo effettivo dell’attività volontaristica ma rappresenta una vera e propria scelta di vita.

Dalle situazioni di crisi e conflitti, alle catastrofi naturali ma anche e soprattutto agli ordinari momenti di difficoltà quotidiana e in ogni scenario, le crocerossine d’Italia offrono la loro disponibilità ,con generosità e dedizione, al servizio di coloro che sono sofferenti e in stato di disagio e fragilità.

L’associazione è impegnata in campagne di sensibilizzazione e diffusione del patrimonio culturale e ambientale quale salvaguardia della storia dell’umanità, opera raccolte fondi finalizzate a progetti utili alla Comunità e alle nuove istanze sociali, anche mediante offerte di beni e servizi.

L’associazione, inoltre, collabora con Associazioni di volontariato, Movimenti culturali, Fondazioni e Istituzioni che ne condividano valori e finalità

La serata, promossa dalla responsabile della sezione Marche, Giuseppina Breccia Micucci Cecchi, è stata anche l’occasione per una raccolta fondi da destinare alla ricostruzione della sede dell’Istituto di Musica “Nelio Biondi” di Camerino, distrutta dal terremoto dell’ottobre 2016 e che accoglieva molti allievi provenienti da tutto il territorio.

Ha illustrato il progetto il M° Vincenzo Correnti, Direttore dell’Istituto, accompagnato dal Gruppo musicale “I Filarmonici Camerti”, formazione cameristica nata all’interno dell’Istituto Musicale stesso, che ha dato saggio della propria virtuosità suonando alcuni brani tratti da generi musicali diversi.

27 marzo 2019

A 3 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti