Il precedente storico: la crema di bellezza fatta con sangue umano

Print Friendly, PDF & Email

Le cronache sono importanti, ma a volte, la notizia che sembra nuova e assolutamente originale, non lo è. Di recente è stata riportata dai giornali americani e lanciata su Instagram la ultima creazione nel mondo delle creme di bellezza. L’ideatrice Victoria Beckham dice che la crema contiene sangue umano fatto passare attraverso alcune perline di metallo per simulare gli eventi bio chimici legati alla coagulazione e produrre così le proteine IL.1 e tgf-beta, attive contro l’infiammazione. Lei ha dichiarato: “Dopo aver tenuto la crema tutta la notte la mia pelle sta benissimo: super idratata e pulita”. A questo punto mi si è accesa una lampadina e, cercando in un libro che avevo letto, ho trovatola seguente cronaca: nel 1560 la contessa ungherese Erzsebet Bathory, (1560-1614) detta poi la contessa sanguinaria, appena venticinquenne verso l’autunno del 1585, mentre cavalcava nei boschi attorno al suo castello di Csejite incontrò una vecchia china sotto un fascio di sterpi, che la guardò e le disse: “Quanto sei brutta con la faccia grinzosa!” La frase la colpì e le restò impressa nella mente. Qualche tempo dopo, un giorno, ferita in un momento d’ira una serva, si era imbrattata le mani con il sangue della sguattera. In seguito vide che nei punti toccati dal sangue la sue pelle era divenuta più sana e più giovane, ben tesa e meno rugosa. Si rivolse ad alcuni alchimisti che le confermarono la cosa e le dissero che era meglio se il sangue fosse stato di giovani vergini. Allora lei, come riportano i libri e i film realizzati sul personaggio della “Contessa sanguinaria o belva di Csejite”, aprì un collegio per giovani di buona famiglia e così ebbe il materiale umano che per lei fu il fornitore del sangue che le serviva per fare la sua personale “crema di bellezza”. Le cronache del rinascimento ci raccontano, forse esagerando un po’, che la contessa arrivò a dissanguare, per la sua macabra cura, da quattrocento a seicento giovani e giovanissime ragazze! Il fatto è riportato dai numerosi libri scritti su questo argomento. Ora ciò, anche se ormai è storia e come tale è un documento facilmente reperibile e consultabile, indubbiamente colpisce in modo particolare la sensibilità del lettore. Parimenti colpisce il fatto che la cantante Victoria Beckham abbia messo in vendita un flaconcino della crema di sua invenzione, al sangue, a 1360 euro a confezione e il fatto che ci siano persone disposte a comprare il prodotto ci lascia veramente stupiti.

Cesare Angeletti

24 aprile 2019

A 3 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti