• Spazio pubblicitario disponibile

Vuoi associarti?

I giudizi che i professori avrebbero voluto scrivere…

Print Friendly, PDF & Email
Le valutazioni quadrimestrali dalla esperienza professionale di un insegnante
vecchia pagella con i voti

Fino a qualche anno fa alle medie i voti purtroppo non erano previsti e ogni valutazione era espressa con rocamboleschi giudizi che cercavano di far capire ai genitori il livello raggiunto dal proprio figlio, utilizzando un linguaggio “politicamente corretto” che non doveva far capire, a chi non capiva, che non capiva!  Presi i 7 indicatori reali che apparivano sulla pagella (comportamento disciplinare, impegno ecc.) sono stati declinati i vari sotto-livelli con brevi, veritieri ed efficaci giudizi in dialetto. Era proprio quello che noi insegnanti avremmo voluto scrivere sulle pagelle!

 

Comunicazio’ de lu prèside a li professori

Agghjo fatto ‘stu schema pe’ sbrigasse a fa’ le pagelle e per di’, de li fiji, quello che je duvìmo di’ sinza pili su la lengua, e no’ comme quanno je duìmo da di’ le cóse sinza fàje capi’ quello che je dicìmo!

 

1 – Comportamento disciplinare

1a –  Fà lu vónu per contu sua;

1b –  Ci-à ‘mpò de frenétiche, ma cumungue se pòle sopportà’;

1c –  Appena te rgìri, te fréca;

1d –  Non se ‘zzitta mango se lu ‘mmazzi;

1e –  Te fa murì d’un gorbu.

 

2 – Attenzione e partecipazione alle attività

2a –  Oh! Te sta sèmbre a sintì’, e te capisce pure!

2b –  Te ‘scòrda solo se je piace lu discursu;

2c –   Che ‘òrda te sta a sintì’, che òrda no!

2d –  Se u’ moscó’ ronza, je va de rète;

2e –  Non te sta a sintì’ mango se te sfiati;

2f –  No je ne freca gnènde de gnènde!

 

3 – Impegno

3a –  Fa tutto quello che deve da fa’, e pure vè’!

3b –  Fa tutto quello che deve da fa’;

3c –  Lavora quasci sèmbre;

3d –  Pe’ fàllu fadigà’, lu déi sembre spongecà’;

3e –  Quanno fa li compiti, se sprèscia e ‘bbutùla su;

3 f–  Fadiga póco, e su quello póco che fa non ce se ‘rcapa cósa;

3g – Lu spongechi, lu spongechi, ma non c’è gnènde da fa’: non fadìga!

3h–  Lascia pèrde’ a fadigà’ prima de cumincià’!

 

4 – Metodo di lavoro e di studio

4a – Camìna comme ‘n trenu;

4b – Tróppo se dà da fa’ pe’ cundu sua!

4c – Adè lungu quante amméne ma a  la fine ce ‘rriga pure issu;

4d – Ogni tando se ‘mpunta e je dévi dà’ ‘na mà’;

4f Se jé stai sopre’che ccósa rcapézza;

4g – Non ce rcapìsce ‘na mazza mango se lu ‘judi.

 

5 – Partecipazione sociale

5a –  Je vole tutti vè’ e va ‘jutènne a tutti;

5b – Se ttròa abbastanza vè’ co’ li compagni, e assieme troppo vène facènne;

5c – Se ttròa abbastanza vè’ co’ li compagni, ma se c’è da fadigà se ‘mbosca;

5d – Co’ quargunu non se pija e non se pija!

5e –  No’ lu po’ vedé’ gnisciù, e fa cagnara co’ tutti.

 

6 – Preparazione iniziale

6a – Ha comenzàto pròbbio vè’;

6b – Ha comenzàto abbastanza vè’;

6c – Ha comenzàto che parìa chissà che vulìa fa’! Ma era più fume che ardro!

6d –  ‘Che ccosetta all’iniziu facìa;

6e –  Quanno ha comenzàto, non sapìa còsa.

 

7 – Progressi

7a –  Adè un furmene a capì’, e ghià sa tutto;

7b –  Oh, ‘m po’ alla ‘òrda, piano piano, è ‘rrigatu u ‘m pezzu avanti;

7c –  ‘Che ccosetta c’è ‘rrigatu a capì’!

7d –  Ha fatto, ha fatto, ma non ‘ìmo visto cósa!

7e –  Se prima non ‘ia capito, ammó è pegghio!

14 maggio 2019

A 11 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.634.106