• Spazio pubblicitario disponibile

Vuoi associarti?

Me recordo da frichittu / tantu vène non se stacìa… “Recordi londani”

Print Friendly, PDF & Email
Poesia dialettale del poeta Renato Sopranzetti pubblicata sul mensile “La rucola”
peruzzi polenta

Me recordo da frichittu

tantu vène non se stacìa,

drento casa sotto un tittu

tanti fiji ce nascìa.

 

Lo magnà era pochittu,

ce doeàmo contentà

quanno c’era lu cicittu

‘ccompagnatu da lo pà.

 

Se le vocche era tante

se ‘llongàa ‘n po’ de vròdu,

e pe’ dillo malamente

ero magru come ‘n chjodu!

 

Se magnàa la pulenda

su ‘na vecchia spianatora

e adèra succulenda

se ce n’era tanta ancora.

 

Li vestiti da puritti

tantu tempu ce duràa,

se ‘rconciàa li carzitti

poca robba se compràa.

 

E li jochi pe’ spassasse

era pòcu refeniti

ce toccàa de ‘rrangiasse

pe’ sentisse divertiti.

 

Ma co’ esse poche cose

non sentìi che mangàa;

te bastàa du’ gazzose

e ‘na festa se gustàa.

 

Quanno imo tantu avutu

lo gustà è statu meno,

chi lo troppu ha volutu

ora magna… lo veleno!

Renato Sopranzetti

11 agosto 2019

A 10 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.873.635