• Spazio pubblicitario disponibile

Vuoi associarti?

L’inquietudine bisbiglia nascosta / sui virgulti umani… “L’inquietudine”

Print Friendly, PDF & Email
Poesia pubblicata sul mensile “La rucola” n° 254, scritta dal poeta Mauro Ruzzu
inquietudine

L’inquietudine bisbiglia nascosta

sui virgulti umani,

ne ascolto il vento del pianto

al mormorio velato a svariati dolori

e l’infinito respira

oltre i confini del tempo

in un fragile soffio che muta le ferite

al tramonto della sera.

L’inquietudine è il fiore che schiude

i petali della speranza, è il profumo

che libera il pensiero passando

per le impronte del mondo.

L’inquietudine è il riflesso dell’essere,

è il cammino oltre le indifferenze

che i viali dei silenzi raccolgono lontano

limitando i sogni.

L’inquietudine è ultimo respiro invisibile

che si perde dissetando i desideri

tra nuvole delicate, silenziose

dove il sole ne cosparge le onde del mare,

al mutamento incessante della vita.

Mauro Ruzzu

11 settembre 2019

A 1 persona piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 4.873.644