Non tutte le lacrime sono uguali… “Le lagreme”

Print Friendly, PDF & Email

Le lagreme non è tutte compagne, / po’ èsse’ de fattezza diferènte… / dipènne tutto quanto da chi piagne / e de qualu dolore che se sente

Presempiu, de ‘na vedova, ‘na sposa, / o de quilli che sa piagne de mestiere, / non ce se pò paragonà’ de cósa / co’ chi vutta le lagreme sincere.

Però, da le più dóce a le più amare, / o se ce scorrerà per apparenza, / da quello che se vede a me me pare / che ce ‘ccompagna tutta l’esistenza.

Le prime de capricci, ppo’ d’amore / sotto li tempi de l’età fiurita… / Dopo sempre più confie de dolore / per completà lu piantu de la vita.

Cumincia co’ ‘na lagrama leggera / che mano a mano cresce e se matura, / fino che cala quelle de la cera / a le più dènze de la sallatura.

‘Ntunì de Tavarró

31 maggio 2020

Sii il primo a dire che ti piace

Commenti

commenti