Acquarol dalla Regione: “Scriverò a Mattarella” ma una voce si leva dalle macerie…

Print Friendly, PDF & Email

Ahi, ahi, ahi… siamo alle solite: cambiano personaggi ma la musica, pare, sia ancora la stessa e alla frase di Acquarol, riferita alla situazione dei terremotati: “Scriverò a Mattarella”, dalle macerie si leva una voce: “Non cominciare anche tu a parlare al futuro… abbiamo già aspettato troppo tempo”.

Due quartine… al futuro

È una piaga regionale

da curar perché fa male

“terremoto” e ho detto tutto

che ogni casa ci ha distrutto.

 

Son quattr’anni che t’aspetta

quella gente poveretta

e “farò”a sentirsi dire

li fa proprio imbestialire.

29 settembre 2020

Sii il primo a dire che ti piace

Commenti

commenti