Milco Messi, nel 2020 un via vai tra un set cinematografico e l’altro

Print Friendly, PDF & Email

Il 2020 per Milco Messi, attore di Corridonia, è stato un via vai di set. Dopo le scene girate lo scorso agosto, in Toscana, per il nuovo film di Giovanni Veronesi, un secondo set lo ha visto impegnato nei primi giorni di novembre. Stavolta ad Ascoli Piceno per il film “Umani – Il quinto sapore” commedia diretta da Angelo Frezza. Oltre al nostro Milco, vi recitano Karin Proia, Angelo Orlando, Antonella Laganà e Daphne Scoccia.

Questa seconda pellicola, narra la storia del complicato rapporto fra una caotica editrice e un affascinante gastronomo. Milco Messi ricopre il ruolo del fotografo presente alla presentazione del libro del protagonista.

Ora il set si è spostato in Calabria. Tutti e due questi film usciranno nei primi mesi del 2021. Davvero un 2020 di successo per l’istrionico Messi, oltre che attore, mago (“So’ forte, so’ mago, lo so fa’, lo faccio”, oppure “Il mago burino che fa ride un casino”), cabarettista e ventriloquo.

Al suo attivo, oltre tanti spettacoli di piazza e nelle tv più o meno locali (Rtm, One tv Emilia), partecipazioni a “La Corrida”condotta da Gerry Scotti (Canale 5, 2003), “Cultura Moderna” di Teo Mammucari (Canale 5, 2006), “Forum” di Rita Dalla Chiesa (Rete 4, 2009), “I soliti ignoti” di Amadeus (Rai 1, 2017), “Uomini e Donne” di Maria De Filippi, come corteggiatore di Tina Cipollari (Canale 5, 2018). Nel cinema ha debuttato nel 2006, partecipando al film “Chiavi in mano”, con Martufello, Silvio Spaccesi, Sergio Vastano, Angela Cavagna, per la regia di Mariano Laurenti. Nel 2019 è statala volta de “Gli sbarellati”, di e con Simone Riccioni.

Milco Messi nasce ad Ancona nel 1973, dopo qualche anno si trasferisce con la famiglia a Corridonia. Sin da bambino è attratto dagli spettacoli televisivi del Mago Silvan. Incontrato successivamente Claudio Gatti, un mago del Club prestigiatore di Pesaro, apprende i primi segreti del mestiere. A metà anni ‘90 inizia a fare spettacoli in feste private e di compleanno. Dopo la prima partecipazione televisiva, i suoi spettacoli varcano la provincia. Come ventriloquo ha girato, e gira tutt’ora, le piazze con diversi pupazzi, da “Oscar” a “Rockfeller”, da “nonno Ugo” a “zio Righetto”. La sua “arte” lo ha visto presente anche a “Buongiorno Marche” (Rai 3) ed a “Buonasera Casa Show” (One tv).

Mario Monachesi

5 febbraio 2021

Sii il primo a dire che ti piace

Commenti

commenti