Delicati versi di Matteo Ricucci, dedicati a un mitologico mondo: “Giochi d’acqua”

Print Friendly, PDF & Email

Sogno quel mondo / bucolico, sperduto / nelle brume del / passato, / quando ninfe e / satiri, giocando / con l’acqua, / spegnevano ardori / intensi / e, nel sussurro / del vento tra i fiori, / la voce ascoltavano / della Natura felice.

Matteo Ricucci

21 febbraio 2022

Sii il primo a dire che ti piace

Commenti

commenti