Vengo anch’io? No, tu no!

Un vecchio ritornello oggi ancora più attuale in riferimento alla multa di 39 euro   Siamo alla frutta: la supponenza di chi “comanda” (non ho usato il termine “amministra”) è ormai totale. Mi riferisco alla multa da 39 euro per lo scontrino non esposto che l’Assessore Urbani vorrebbe fosse comminata agli automobilisti dai controllori dell’Apm. C’è una dicotomia che si …

Leggi

C’era una volta Macerata…

Secondo un’analisi fatta da lontano oggi occorrono dialogo e ascolto Il periodico La rucola che leggo golosamente mi fa sentire ancora un maceratese e vivere le angosce che state soffrendo con il governo che purtroppo la maggioranza dei cittadini imprudentemente ha scelto per amministrare la città capoluogo. Città capoluogo che, da come la descrivete sul periodico, si sta declassando a …

Leggi

Il trionfo della maleducazione

Scampoli di varia umanità Qual’è il confine tra maleducazione e tolleranza verso la stessa? Oggi, l’esuberanza con cui palesiamo comportamenti irrispettosi non merita tolleranza. L’indulgenza ha senso quando la maleducazione è casuale o non voluta come in caso di distrazioni, azioni maldestre, fretta e a cui seguono puntuali le dovute scuse. Essere tolleranti non ha senso quando la maleducazione è …

Leggi

Tommaso Campanella

Uno spirito libero, I puntata   Giovanni Domenico Campanella nacque a Stilo, Reggio Calabria, nel 1568 e morì a Parigi nel 1639. Fu dotato di un’acuta intelligenza e di una vivacità di carattere tutta meridionale che sin dalla giovane età lo spinsero spontaneamente a investigare la natura in cui era immerso e a sperimentare le umane possibilità di rivelare i …

Leggi

Pensieri di un padre di famiglia

Una storia sindacale Quanto male facciamo a noi stessi! Un male causato da ignoranza e pregiudizi infantili che, coltivati nel tempo, ce li ritroveremo addosso come forti concetti di vita in età adulta. Questa storia non mette in discussione prese di posizioni, libere scelte dettate da convincimenti ma anche condizionate da paure e fobie per un futuro incerto e precario. …

Leggi

Due personaggi stravaganti

Il mio primo anno di scuola!   La prima nomina come insegnante l’ho avuta in un paesino della montagna maceratese, che conoscevo bene per abitarci una sorella di mio padre frequentata da me sin da bambino. Impatto quindi meno forte anche se l’emozione fu tanta. Tra i tanti ricordi di quel periodo due mi sono rimasti più vivi nella mente …

Leggi

Lo spazio onirico dei maceratesi

Sogni ricorrenti   Ciascuno di noi ha un sogno ricorrente, che la psicologa del Marzullo notturno e televisivo non ha ancora interpretato. Tra essi, alcuni appartengono alla sfera positiva e sono le proiezioni di ciò che desideriamo; altri concernono quel campo che svela le nostre ansie e timori più nascosti, che si palesano a noi attraverso incubi veri e propri. …

Leggi

Una storia d’amore

Racconto ai confini della realtà   Si svegliò. Si svegliava sempre appena la sognava. E la sognava sempre allo stesso modo: gli veniva incontro sorridente e lo salutava con il braccio alzato. Dopo per tutta la notte non faceva altro che pensare a lei. Che storia assurda! Tutto era cominciato 3 mesi prima. L’aveva incontrata la prima volta a Sirolo, …

Leggi

Riflessioni intorno alla poetica di un autodidatta

 II puntata   Qualche raro ottimista saltellando sulla fragile corda d’una inesistente felicità, dissertava intorno alla facile navigazione della vita verso un improbabile eden, ricco di doni e di premi. Cosa questa che mi ha insegnato a navigare a vista con la speranza di aver bisogno, prima o poi, di un sicuro approdo. Mai ho frequentato alcuna scuola di apprendista …

Leggi

Il delitto

Il racconto di questa estate Porto Recanati. Estate. Domenica. Due uomini sui 50 passeggiano fra la folla lungo viale Lepanto, davanti al mare. L’uno è calvo, basso, ha la pancia. L’altro è alto, atletico, moro. Sono amici d’infanzia. Amici di scuola. Colleghi d’ufficio. Il calvo, con il viso accenna qualcuno. L’altro guarda. L’accennato è un vecchietto d’una ottantina d’anni e …

Leggi

Il “moscone” che andava storto

Avventure di mare Fra i ricordi di mare ci sono quelli legati a un personaggio di Porto Potenza Picena, abilissimo con il legno. Un suo dinghi, un tipo di barca a vela, era famoso per la stabilità e la velocità. Quando ce lo prestava ci sentivamo dei veri “lupi di mare” anche se sapevamo navigare solo vicino alla riva e …

Leggi

Visite e… amici

C’è internet per fare nuove conoscenze   Capita, magari in occasione di una convalescenza, ricevere la visita di qualche parente. Nonostante la buona volontà a rispettare il bon ton e quindi non lasciarlo trapelare, succede di cadere nelle sabbie mobili della noia più assoluta. Per venire incontro ai gusti dell’ospite e compia-cerlo, la conversazione inizia con il tempo e si …

Leggi

La rucola è un antiossidante

Considerazioni cultural-alimentari    La rucola, insieme con altri vegetali (broccoli, cavoli, pomodori rossi, carote, peperoni gialli, arance, meloni…) è un antiossidante, rallenta quindi l’invecchiamento dell’organismo e lo protegge dal cancro. La funzione antiossidante è raddoppiata se si legge La rucola: rucola + rucola = cervello sprint, sempre giovane e sano. Potranno venire tumori in varie parti del corpo ma non …

Leggi

Tatuaggi? No, codice a barre!

Uno sguardo al futuro   Andando di questo passo, cosa ci riserverà il futuro? Nella società della comunicazione è riduttivo delegare a segni tracciati sul corpo il comunicare con gli altri. Se non altro perché ogni persona ha una sua unicità, sia fisica che intellettuale e caratteriale, e dovrebbe sapersi relazionare in modo più completo e complesso con il suo …

Leggi

Riflessioni intorno alla poetica di un autodidatta

Le illusioni, lungo il travagliato corso della vita, vengono lentamente fagocitate dall’ingorda “Ragione” che tutto divora e tutto dissacra, lasciandoci in balia di un nebuloso orizzonte che la coscienza ha paura di esplorare. Le sfide lanciate al futuro, durante gli anni  della  giovinezza, ci hanno incitato a spezzare le catene che ci legavano alla tradizione e all’inganno dell’ovvio. Fu vera …

Leggi