Un ben portante novantenne si è fatto bello

Il Palazzo delle Poste, quando iniziò c’erano gli Ufficiali Postali   Compie 90 anni quest’anno, il Palazzo delle Poste, dato che toccò all’onorevole Fulci porre la prima pietra il 10 settembre del 1922, anche se solo dopo ben otto anni poté entrare in funzione, nell’ottobre del 1930, con un costo di 1.700.000 lire a totale carico dello Stato. Da allora …

Leggi

Incubo, realtà o tutt’e due?

Ah, si potesse ritornare al baratto   Notti fa mi sono svegliato all’improvviso e, non sapendo distinguere tra realtà e incubo, mi ci è voluto qualche attimo di “terrore” per rientrare nella mia vera vita e riprendere un sonno tranquillo. E’ accaduto che la sera precedente, leggendo il giornale a letto, sono passato dalla realtà al sogno… continuando a leggere …

Leggi

La neve e il rispetto della natura

Prima cade lieve e copre tutto poi, quando se ne va…   Soffici, lievi, setosi cadono i fiocchi di neve, un bianco manto si stende sulla città e tutta la copre. Poi, d’improvviso, un raggio di sole torna a splendere e allora quella che ci aveva sorpreso, illuso, e anche fatto sognare rimandando i nostri ricordi agli anni di gioventù, …

Leggi

Sigismondo Ciccarelli

L’eroe del giovane Prezzolini   “Sopra una collina, calma e quasi assopita, riposa Macerata delle Marche fuori dalle grandi linee di comunicazione ferroviaria, fuori dagli itinerari più battuti del turismo, fuori dalle correnti di esportazione”. E’ l’incipit del lungo ricordo che Giuseppe Prezzolini scrisse nel giugno del ‘64, dedicato alla “piccola città delle Marche” dove aveva vissuto per 4 anni, …

Leggi

Un periodo terribile e angoscioso

Dall’inedito “Caravaggio e le ombre dell’anima” di Matteo Ricucci   Leggendo la biografia di Michelangelo Merisi da Caravaggio impressiona la strana dicotomia che lo contraddistinse: artista geniale e folle uomo di strada, quasi a ipotizzare l’esistenza in lui d’una dissociazione della personalità e di un conflitto tra pensiero e vita di relazione.   Creatività d’ispirazione divina La sua creatività aveva …

Leggi

Original quintet, artefici di un cambiamento

Ovvero: i ricordi di Alvaro (prima parte)   C’era una volta, a Macerata, un complesso, oggi si direbbe una band: l’Original Quintet. Original perché, rompendo con schemi musicali odorosi di muffa ebbe l’ardire di proporre Elvis Presley, Perez Prado, sound made in Usa e ritmi sud americani, una vera follia per i perbenisti del 1958. Partirono in quattro nel 1958, …

Leggi

Maceratesi nel mondo: Giuseppe Pucci

Usa? “Hard work, always!”   …Metti una sera di novembre, quando fuori piove e con pioggia c’è solo la musica in sottofondo. Apro la pagina di Facebook, in alto a sinistra è illuminata la richiesta di amicizia. E’ il mio amico Giuseppe Pucci, che bella sorpresa! Non lo vedo da anni, da quando ha lasciato Macerata per seguire la sua …

Leggi

Amore, condimento fondamentale

Tocchi di classe, tocchi di lardo   Il figlio avrebbe voluto avere una madre con… tocchi di classe, specie quando venivano a trovarlo i suoi amici ma… lei spesso e volentieri si caratterizzava per la generosa offerta di bei tocchi di lardo. Abitavano in campagna e quindi la mamma amava la cucina ruspante, lui invece, anche per scrollarsi di dosso …

Leggi

L’incontinenza

scritto da Adriano Accorsi   
La televisione, la radio, il telefono, il cellulare, internet, ricevono un grande grandissimo successo. Perché? Perché alla nostra incontinenza non piace stare in un luogo soltanto: nel luogo confinatoci dal nostro corpo. Alla nostra incontinenza piace l’ubiquità: stare qui, là, dappertutto. E la televisione, la radio, il telefono il cellulare, internet ci donano tanto di questa dote. E questo vale …

Leggi

I cavolfiori e il cappottino

Due scenette divertenti al supermercato e al ristorante     Ormai al supermercato è tutto fai da te, anche nel reparto frutta e verdura. Stavo guardando le verdure per un acquisto quando ho deciso: “Non compro i cavolfiori!” Perché? Perché una signora, rigorosamente senza guanti, se li stava passando tutti, uno per uno, tastandoli per bene, poi sfrondando dal peso …

Leggi

Complice la Madonna… ah, l’amore!

di Umberto   Lui aveva 16 anni e lei 13. Erano pazzi d’amore. La loro era una vera e propria pazzia: quella di sperare, a quei tempi, che le famiglie, specialmente quella di lei, avrebbero potuto dare il consenso a una loro frequentazione. Figurarsi a un loro fidanzamento ufficiale! Incontrarsi. Quando? La domenica, usciti da messa, con lo sguardo furtivo, …

Leggi

La Sibilla e le Fate sibilline

Dove finisce la leggenda inizia la realtà     Le fate sibilline “Le Fate sibilline sono donne celtiche”. Coloro che una quindicina di anni fa fecero questa affermazione furono presi per matti. Eppure era vero. Adesso è tutto chiaro. Le Fate sibilline sono donne celtiche, al pari delle anguanes alpine, donne vere in carne e ossa. Belle e affascinanti, depositarie …

Leggi

Memorie tragicomiche di un ex cacciatore

di Cesare Angeletti   Eh sì! Purtroppo, quando capivo niente, ossia dai 18 ai 20 anni, ero un cacciatore. Mi piaceva sparare e mi appassionavano le armi, tanto che spesso andavo a Sarnano dal mio amico Mario Arrà (che ricordo sempre con piacere) il quale aveva una splendida collezione di armi, dalla pistola a miccia alle armi più potenti.   …

Leggi

La bellezza dell’immaginario

 secondo J. P. Sartre   Preferire l’immaginario non è solo preferire alla mediocrità esistente una bellezza, una ricchezza, uno splendore immaginario nonostante la loro natura irreale, ma è anche adottare un modo “immaginario” di sentire e di agire proprio in quanto questo modo è immaginario.   Non si tratta di scegliere questa o quella immagine soltanto, ma di scegliere lo …

Leggi

Gli italiani e la musica

Da una conversazione di L. van Beethoven con G. Rossini   L’opera seria non è roba per gli italiani. Per trattare il vero dramma, non hanno abbastanza scienza musicale; e come potrebbero acquistarsela, in Italia?   Nell’opera buffa nessuno potrebbe eguagliarvi, voi italiani. La vostra lingua, la vivacità del vostro temperamento vi destinano ad essa.   (L. van Beethoven, conversazione …

Leggi

La monumentofobia dei maceratesi

Quando costa troppo e quando costa niente…     Premettiamo subito che è inutile cercare il termine nei vocabolari, la “monumentofobia” non è prevista nella lingua italiana, anche se esiste, e come, a Macerata, una città che da sempre ha avuto – dentro e fuori la cerchia delle antiche mura – pochissime effigie, di bronzo o di marmo, di illustri …

Leggi

La Madonna di Loreto

 Il viaggio di ritorno, da Roma a Loreto, del 1801   Quando Napoleone saccheggiò Loreto inviò la statua lignea della Madonna a Parigi e qui fu collocata nel Museo del Louvre, fra i cimeli di arte egizio-orientale. Solo nel 1801 la statua fu resa a Papa Pio VII e fece ritorno, da Roma, al Santuario di Loreto. Grande giubilo lungo …

Leggi

La spesa

Una riflessione di Adriano Accorsi   Non è assolutamente vero che quando spendiamo entriamo in una sfera esclusivamente economica. No, l’atto della spesa è anche un atto sociale, è anche un atto dove ognuno di noi può portare la sua goccia d’acqua a favore del bene. E’ senza dubbio un dovere per ciascuno di noi indurre ogni uomo a prendere …

Leggi

Quei due passi in più…

 Segnali non rispettati per pigrizia   La domanda è sempre quella: “Che a quarcuno je se sfragne le chjappe se fà du’ passi in più rispettènne li segnali?” Dove? Ore 7:45 davanti a Narciso e alle Giuseppine (qui pure alle 16), entrata e uscita degli alunni in via Panfilo e via Ventura, in corso Cavour e corso Cairoli in ogni …

Leggi

Evoluzione della specie…

Raccontino sulla “evoluzione” della specie   Lei aveva 16 anni, i genitori lavoravano la terra e con i sacrifici la facevano studiare in centro. Le mucche stavano nella stalla a piano terra, esalavano un cattivo odore che impregnava anche gli abiti chiusi negli armadi al piano superiore. Un giorno cinque amiche le chiesero se potevano andare a trovarla, così avrebbero …

Leggi

Emilio Villa

Un autore geniale e sconosciuto   Il pittore Silvio Craia ha ricordato agli amici giornalisti e artisti che il 14 gennaio. è ricorso l’anniversario della morte di un grande poeta artista: Emilio Villa. Non meraviglia che un artista come Craia indossi le vesti dello storico e “rammenti” cose che riguardano l’arte e la cultura a noi più prossima. La memoria, …

Leggi

No al gossip in ufficio

Una sentenza della Corte di cassazione   Il numero giusto non è più 144-144… (rimembranza di una ex linea telefonica hot), ma 44940, attualissima e recente sentenza della Cassazione circa il divieto di parlare delle relazioni sessuali altrui sul posto di lavoro. Il veto della Cassazione è di risposta a un caso del 2010, dove scena del conflitto è una …

Leggi

Quella volta che…

“inventammo” la chitarra hawaiana un racconto di Cesare Angeletti   Inizi anni ’60: a Macerata si formano, fra grandi e piccole, ben 100 orchestrine. Non è eccessivo, è proprio così e lo ha dimostrato il bellissimo libro “Ti ricordi Joe?”, che le ha riportate tutte, citandone i componenti, gli stili, le storie delle formazioni, arricchendo i testi con foto. A …

Leggi