Il senso civico: che roba è?

Quale esempio dai genitori ai figli?   Accompagno le figlie a scuola e penso che invece di potenziare i servizi pubblici in questa città si continua a parlare di nuovi parcheggi! Inizia l’avventura: A) primo ostacolo: il “Palace”, qui bisogna fare i conti con quei genitori che non sanno che dopo “Porta Convitto” c’è un parcheggio e i figli potrebbero …

Leggi

La serenata

Una romantica vicenda accaduta pochi giorni fa, a Macerata Domani la sposerà e questa notte le farà la serenata. Lui è un mio parente stretto, lo conosco da una vita, praticamente dalla nascita. Ha bisogno di stemperare la tensione e così facciamo due chiacchiere. La sposa viene da lontano e lui le ha trovato alloggio dietro lo Sferisterio, con vista …

Leggi

Notizie, vere curiose divertenti

 tratte da “Dicerie popolari marchigiane” di Claudio Principi   Il pranzo dello sciancato Montolmo, giorno di mercato, un mendicante sciancato aveva lo stomaco che rognecava (brontolava per la fame) per cui fermò un certo Ciupì chiedendo: “O quill’òmu, me poli dì’ do’ pozzo jì a mmagnà’, ma a spènne ppoco, non più de du’ lire, dico.” Ciupì, premuroso: “Vanne llà da …

Leggi

Tu a mi fiju non te lu spusi! Chiaro?

Una storia realmente accaduta   In vista del matrimonio, il figlio riempiva i sacchetti con il riso da distribuire ai parenti e agli amici. La madre sbottò: “Io, dentro a ‘ssi sacchitti ce mittirìo li sassi da tirà’ a mojeta!”. Basta questa uscita maligna per capire quale atmosfera potesse regnare in quella casa. La futura suocera non sopportava la futura …

Leggi

Una nuova qualità di fichi

Notizie, vere curiose divertenti, tratte da “Dicerie popolari marchigiane” E’ settembre e sull’aia alcune contadine con lu sgranarolu (punteruolo) stanno sgranando a mano il granturco, arriva ll’oà (l’ovaiolo e pollivendolo) che dice: “Bella ‘ssa pianda de fichi, e quandi ne pòrta! Ne pòrta tandi anghi de quella qualità che ppiace a mme” (bella quelle pianta di fichi, e quanti ne …

Leggi