Cippe e Ciòppe a colori

La notte bianca, la notte rosa, la notte al verde, la notte… insonne!       Ciòppe – Tu dormi vè’ de notte? 
Cippe – In genere scì, ma l’atra sera ho magnato se vede troppe nuce e agghjo passato la notte in biango. Ciòppe – Allora sci a la moda! Cippe – Ma mica solo io, basta che penzi …

Leggi

Cippe e Ciòppe e la città sportiva

A cura di Filippo Davoli e Fernando Pallocchini     Cippe – “De che parlìmo ogghj?” Ciòppe – “Zittu, coccu… staco tando depressu…”. Cippe – “E perché?” Ciòppe – “Sarrà ‘sta crisi… saccio solo che qui c’imo ‘na concorrenza sleale!” Cippe – “Ma su che?” Ciòppe – “Su la satira, no?” Cippe – “Su la satira? Ma che mme dici? …

Leggi

Loro Piceno: Peppe Cotto! Artista

Alias Giuseppe dell’Orso, macellaio per tradizione familiare   Giuseppe Dell’Orso da Loro Piceno è macellaio per tradizione familiare, si dedica al suo lavoro con passione, competenza e attenzione somma alla carne che fornisce ai clienti però… la macelleria gli va stretta. A 9 persone piace questo articolo. Mi piace

Leggi

Cippe e Ciòppe e le nùce tassate

A cura di Filippo Davoli e Fernando Pallocchini     Ciòppe: “La voli ‘na nuce? Ce l’agghjo da parte da un mese, sa… prima li camion che sciopera, e ppò’ tutta ‘ssa née…” Cippe: “E dammela mbò… tando, co’ tuttu ‘ssu casì che vva facenne tutti quandi, llu poru letargu nostro adè jitu… in letargo!” Ciòppe: “Ah, perché tu vulìi …

Leggi

Maria Marsili Patrignoni

Vi raccontiamo una scrittrice   Non è una “illustre sconosciuta”, come si definisce, ma una scrittrice che ha vinto concorsi di poesia e ottenuto riconoscimenti. Nacque a Muccia nel 1928, scomparso il padre da giovane, la madre con le due bambine decise di trasferirsi a Roma per lavorare come collaboratrice domestica.   L’esperienza nella tipografia libraria Intorno agli anni 1940 …

Leggi

Cippe e Ciòppe e la riunione segreta dei carbonari

A cura di Filippo Davoli e Fernando Pallocchini     Davoli e Antinori il cui gesto, eloquente, sembra diretto ai politici: “Ma annàtevene a f…”   Co’ Nazzarè’, Grazià’ e Padre Matteo Ricci che, in qualche modo, ce lo fanno entrare sempre   Cippe: “O Ciòppe, lo sai che m’ha gustato a sindì’ Nazzarè’ Antinori ch’à sfogato forte, su dda …

Leggi