Peppe & Gustì

La chjacchjerata Le lenguacce de la verità   Peppe: “Hi visto che casì’ jò lu Sfiristeriu? Solo lu Scinnicu je la rtène, tutti quill’atri se vòle ritirà, anghj Tonino de Pitinà…”. Gustì: “Sinza bilangiu gnisciù fa lu sgangiu! A volé’ dì’ che non sgangia più un centesimu se, comme se dice, quissi ha ‘mmucchjato ‘n’antru milione de euri de vusciu”. …

Peppe & Gustì Leggi

Peppe & Gustì

La chjacchjerata delle lenguacce de la verità su fossi, strade, marciapiedi, cimitero e topi di fogna   Peppe: “O Gustì… dimme ‘n bo’, tu ce l’hai lu fossu?” Gustì: “Lu fossu? Che fossu? Io ci-agghjo ‘na fossa… scì, dentro le saccocce che più centesimi ce metto e più rmane sgute!” Peppe: “E no’ scherzà’ sembre! che adè ‘na cosa seria!” …

Peppe & Gustì Leggi

Peppe & Gustì

La chjacchjerata delle lenguacce de la verità Peppe: “Bisogna che vaco da l’oculista, non ce veco più bene”. Gustì: “Non ce vidi più bene da vicino o da londano?” Peppe: “Non ce vedo più bene pe’ la strada…”. Gustì: “Pe’ la strada? Come sarrìa a dì’?” Peppe: “Che vedo sbiaditi li segnali per terra… anzi, certi no’ li veco più …

Peppe & Gustì Leggi

Peppe & Gustì: Poste, cinesi e Fontescodella

La chjacchjerata delle lenguacce de la verità su Poste, cinesi e Fontescodella Peppe: “L’atru jornu unu m’ha chjesto do’ sta le Poste…”. Gustì: “E tu do’ lu si mannatu?” Peppe: “Embè… lu sò mannatu… jò lu cambu profughi de li jardini!” Gustì: “Certo che non te sta vène mai gnende! Do’ le duvìa mette sicunno te?” Peppe: “Co’ tutti li …

Peppe & Gustì: Poste, cinesi e Fontescodella Leggi