Frantumi di ricordi

di Angela Catolfi   Scorci di paese da stanze silenziose in cui rivivono pagine d’almanacchi dimenticati.   Da rughe d’intonaco torna il vociare domestico, il sapore di latte e biscotti inzuppati, la carezza di mani amate dall’odore d’erba falciata. A 11 persone piace questo articolo. Mi piace

Leggi