Il professor Carnevale se ne è andato ma restano i suoi studi da storico protagonista

Print Friendly, PDF & Email

Informa il Centro Studi San Claudio che il professore Giovanni Carnevale, dopo una breve malattia, ieri ha lasciato la sua vita terrena. Professore, sacerdote e umanista di grande intelligenza, di profonda e poliedrica cultura, era dotato di una oratoria trascinante che gli ha fatto conquistare un folto stuolo di amici e di sostenitori.

Grazie alla vastità del suo sapere e alla sua capacità di sintesi tra le varie discipline è riuscito a elaborare la tesi di “Aquisgrana italiana in val di Chienti”, che cambierà la storia dell’Alto Medioevo europeo. I soci del Centro Studi, dandone il triste annuncio, rinnovano l’impegno ad approfondire, diffondere e a non far cadere nell’oblio la tesi e gl’insegnamenti, di questo Grande Genio che ci ha lasciato.

La redazione de La rucola si associa al dolore e ricorda con affetto don Carnevale che è stato il protagonista di nostri tanti articoli e video.

Aggiunge il direttore de La rucola Fernando Pallocchini: “Rimasi incuriosito dalla prima uscita sul web della tesi del professore che invalidava quanto mi era stato insegnato a scuola. Perplesso misi da parte quello scritto ripromettendomi un approfondimento che poi feci e che condusse alla pubblicazione, per anni e che ancora continua, di pagine intere sulla storia del Piceno, grazie alla collaborazione di studiosi che si sono alternati nel tempo, ma tutti sulla scia di quanto aveva tracciato e ben argomentato nei suoi libri il professor Carnevale. Lui era contento di questo, lo considerava un segnale che la sua opera sarebbe continuata”.

12 aprile 2021

Sii il primo a dire che ti piace

Commenti

commenti