• Spazio pubblicitario disponibile

Vuoi associarti?

Io più ve guardo da matina a sera…“Stornelli maceratesi”

Print Friendly, PDF & Email
Una raccolta di stornelli in dialetto maceratese tramandati da Mario Affede
luciano carletti stornellatore

Una serie di stornelli maceratesi raccolti e tramandati dal grande poeta dialettale Mario Affede.

 

Fiore morato:

ci-avete la manella de villuto,

la carnagione del melo rosato.

 

Fior de ‘ttuchèlla:

la rosa su lu mazzu scì ce vrilla

comme ‘n tra l’ardre vu’, buccùccia vèlla,

 

Fior d’erba rara:

io più ve guardo da matina a sera

e più, billina, me parete cara.

 

Fiore de rosa:

labbrette de coraju, fatte spusa:

fatte spusa co’ mme, bocca ‘dorosa!

 

Fiore fiurito:

per voi bellezza, sono bell’e andato;

ir sonno l’ho perduto e l’appitito.

 

Fiore de zucca:

tristi se donna ir còre ve se vècca:

comme ch’u’ rusciu d’òvu ve se cucca!

Mario Affede

In foto Luciano Carletti, stornellatore treiese

7 dicembre 2019

A 13 persone piace questo articolo.

Commenti

commenti

Partner istituzionali

Statistiche

  • 5.241.113